Contenuto sponsorizzato

Perde l'orientamento e rimane bloccata in una zona impervia tra canne e rovi, giovane trentina portata in salvo dal Soccorso alpino

La giovane era uscita per una escursione nella zona molto impervia di Sangineto nel Parco nazionale del Pollino. Solo nella tarda serata di ieri i soccorritori sono riusciti a ritorvarla seguendo le impronte sue e quelle del cane che aveva assieme 

Pubblicato il - 17 December 2019 - 10:54

TRENTO. Era uscita con il proprio cane per una camminata senza però più fare ritorno. Solo nella tarda serata di ieri i soccorritori sono riusciti a ritrovarla.

 

Sono stati momenti di apprensione quelli vissuti dai familiari di una giovane trentina che non aveva più dato sue notizie dopo essere uscita per un'escursione in una zona molto impervia di Sangineto nel Parco nazionale del Pollino.

 

Immediatamente sono iniziate le ricerche. Gli operatori del soccorso alpino, assieme ad altre forze dell'ordine, stavano battendo un canalone quando, nei pressi di un torrente, hanno individuato un'impronta umana accanto a quella di un cane.

 

Capendo di essere sulla strada giusta hanno concentrato le ricerche nella zona trovando la ragazza assieme al labrador in un luogo molto impervio tra canne e rovi.
 

La giovane infreddolita ma in buone condizioni di salute, dopo essere stata visitata dai sanitari del 118, ha potuto riabbracciare i propri familiari.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 12:01

Il criterio dei 10 anni di residenza per accedere agli alloggi Itea era stato definito dai giudici “discriminatorio”: ora la Corte di Appello ha bocciato anche il ricorso della Pat, con quest’ultima che dovrà pagare 50 euro di sanzione per ogni giorno di ritardo. L’assemblea Antirazzista: “È stato ristabilito un principio di equità e di antidiscriminazione contenuto nelle direttive europee”

16 January - 11:09

Continuano a essere molti i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Mentre si attende la risposta da Roma sulla scelta di mantenere in vigore le misure da zona gialla nonostante il collocamento in zona rossa, i nuovi positivi sono stati 436, 5 i decessi. A Dobbiaco proseguono le operazioni di screening, mentre nelle Rsa si raggiunge il 40% di vaccinati

16 January - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato