Contenuto sponsorizzato

Precipita per diversi metri, un giovane cade dalla via ferrata

L'incidente è avvenuto poco dopo le 16 a Drena, quando il giovane è caduto per circa sei metri. Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, elicottero, soccorso alpino e vigili del fuoco di Drena e Dro

Pubblicato il - 04 novembre 2019 - 18:20

DRENA. Secondo le prime informazioni, un giovane è precipitato per diversi metri lungo la via ferrata Sallagoni

 

L'incidente è avvenuto poco dopo le 16 a Drena, quando, secondo le prime informazioni, il ragazzo sarebbe caduto per circa sei metri.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Drena e il soccorso alpino

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno isolato e messo in sicurezza l'area, mentre i soccorritori sono operativi per raggiungere il  giovane che sarebbe caduto in una zona impervia nelle vicinanze del torrente.

 

Un'operazione resa complicata dall'arrivo del buio e sul posto si sono portati anche i vigili del fuoco di Dro e il corpo di Calavino con le fotoelettriche per illuminare la zona di intervento.

 

Nel frattempo da Trento si è levato in volo l'elicottero che nel giro di pochi minuti è atterrato al campo sportivo di Drena.

 

Le operazioni di soccorso sono ancora in corso e non si conoscono ancora le condizioni sanitarie del giovane. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato