Contenuto sponsorizzato

Presa dal panico in quota si paralizza. Necessario l'intervento del soccorso alpino

La giovane finlandese è entrata in difficoltà sul sentiero 500 che da cima Roccapiana porta a Malga Bodrina. Sul Sass d’Ortiga (Pale di San Martino) uno scalatore ha perso l’appiglio ed è precipitato per circa 5 metri

Pubblicato il - 15 September 2019 - 18:55

VIGO DI TON. E' stata presa da un attacco di panico e si è bloccata tanto che alla fine i compagni di escursione hanno dovuto chiamare il soccorso alpino. Verso le 14, infatti, l’Area operativa Trentino centrale è intervenuta per aiutare una giovane in difficoltà sul sentiero 500 che da cima Roccapiana porta a Malga Bodrina.

 

La donna, finlandese del 1988, stava percorrendo insieme ad altre quattro persone un tratto di sentiero esposto e attrezzato con il cordino quando, all'improvviso si è bloccata presa da un attacco di panico. Lo strapiombo ha fatto il suo effetto e la giovane non è stata più in grado di proseguire. I compagni di escursione hanno, quindi, chiamato aiuto Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 14.

 

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso Alpino ha inviato sul posto una squadra di 6 operatori delle Stazioni Rotaliana-bassa Val di Non e della Stazione Paganella Avisio. I soccorritori li hanno raggiunti, hanno imbragato la donna in difficoltà e hanno accompagnato in sicurezza tutto il gruppo fino a Mezzocorona.

 

Altro intervento verso le 16 di questo pomeriggio per l’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino. Un uomo si è ferito scivolando sul sentiero 709 nella parte bassa della Val Pradidali a una quota di circa 1600 metri. Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino ha inviato sul posto gli operatori della Stazione di San Martino di Castrozza e della Stazione di Primiero. L’uomo è stato poi recuperato dall’elicottero e trasportato all’ospedale di Feltre.

 

L’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino è intervenuta anche in mattinata, in aiuto a una cordata di due persone che stava affrontando il primo tiro della via Scalet-Bettega sul Sass d’Ortiga (Pale di San Martino). Il primo di cordata ha perso l’appiglio ed è precipitato per circa 5 metri procurandosi un trauma all’arto inferiore

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha imbarcato a bordo un operatore della Stazione di Primiero. Con l’ausilio del verricello i due alpinisti sono stati recuperati ed elitrasportati fino a Fiera di Primiero. Si sono recati all’ospedale in autonomia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 June - 14:42
E' successo la scorsa notte e tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere del locale. Fortunatamente l'arrivo del titolare ha fatto scappare [...]
Cronaca
24 June - 15:30
Poco prima della tragedia, la donna aveva pubblicato un selfie in cui, sorridente insieme ai suoi due amici, faceva vedere di aver raggiunto la [...]
Politica
24 June - 12:56
Rigettato l’appello della Provincia ora resta solo la Cassazione ma la battaglia della Giunta costa ai contribuenti 50euro al giorno: la multa ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato