Contenuto sponsorizzato

Rifiuta l'etilometro e gli ritirano la patente. Sanzionato un arcense colto ubriaco alla guida

Sabato notte la Polizia locale di Arco ed Alto Garda ha sorpreso un uomo in stato d'ebbrezza alla guida. Il rifiuto del test lo ha esposto alla più pesante sanzione con ritiro della patente

Di Davide Leveghi - 22 luglio 2019 - 15:50

TRENTO. Si è conclusa male per un cittadino arcense la serata di sabato 20 luglio, quando si è imbattuto in una pattuglia della polizia locale impegnata nei controlli di routine contro la guida in stato d'ebbrezza. Dopo essersi sottoposto per tre volte al pretest- il quale non possiede valore ufficiale-, risultando tre volte al di sopra del limite consentito, il conducente si è rifiutato di soffiare nell'etilometro in dotazione al Comando, incappando così in una pesante sanzione.

 

La scelta di non sottoporsi alla prova dell'alcool fa infatti scattare automaticamente una sanzione per rifiuto, la più grave per la guida in stato d'ebbrezza seconda dopo l'aver provocato incidenti. Ad ogni sinistro, la polizia stradale ricorda che effettua o fa effettuare sempre i test, con il pretest, l'etilometro o rivolgendosi alla più vicina struttura ospedaliera.

 

A tal proposito, la Polizia locale ha informato che dall'inizio dell'anno sono già stati 7 i sinistri stradali rilevati- su 110 totali- in cui il conducente è stato sorpreso in stato d'ebbrezza, 4 con feriti. A fronte di ciò si tenga presente che ogni incidente procurato con lesioni gravi, cioè al di sopra di 40 giorni di degenza, è punito con la reclusione da 3 a 7 anni, a seconda della gravità della lesione, e la revoca immediata della patente dai 5 ai 12 anni a partire dalla sentenza.

 

Nel caso di omicidio stradale provocato sotto effetto di alcool o droghe, invece, la reclusione va dagli 8 ai 12 anni con arresto in flagranza, oltre al ritiro definitivo della patente. La Polizia, per questo, invita alla più assoluta prudenza quando ci si mette alla guida.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato