Contenuto sponsorizzato

Rimane incastrato con le gambe sotto la falciatrice. Grave un 37enne elitrasportato al Santa Chiara

L'incidente è avvenuto questa mattina in un prato vicino a Vignola. L'uomo è stato estratto dal mezzo e trasportato in codice rosso all'ospedale Santa Chiara in condizioni critiche. Sul posto due corpi dei vigili del fuoco 

Pubblicato il - 15 agosto 2019 - 12:10

VIGNOLA – FALESINA. Grave incidente questa mattina in un prato a poca distanza dalla chiesa di Vignola.

 

Dalle prime informazioni un uomo di 37 anni stava tagliando l'erba quando ad un certo punto, la dinamica è ancora da chiarire, è rimasto incastrato con le gambe sotto la falciatrice.

 

Immediatamente è stato dato l'allarme e sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Vignola e il corpo di Pergine con le pinze idrauliche. Assieme a loro un'ambulanza.

 

Vista la gravità della situazione è stato fatto alzare in volo da Trento anche l'elicottero con una equipe sanitaria. L'uomo è stato estratto dal mezzo e stabilizzato sul posto dai medici per poi essere trasportato in gravi condizioni all'ospedale Santa Chiara.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 13:22

Nell'annuario statistica presentato dal Comune del capoluogo si trovano dati statistici significativi sull'evoluzione della città. Aumentano i turisti, calano i reati, migliorano i servizi e la qualità della vita ma l'età della popolazione si spinge sempre avanti, con famiglie sempre meno numerose

10 dicembre - 16:07

Il felide è stato ripreso nei giorni scorsi da alcuni cacciatori all’interno della riserva di Molina di Ledro, l’ultimo avvistamento risaliva a oltre 6 mesi fa. B132 è un esemplare maschio di 13 anni, che ha raggiunto la provincia di Trento nel 2008

10 dicembre - 11:56

L'operazione dei carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana ha permesso di individuare i due malviventi che ora sono stati arrestati. A scoprire che qualcosa non andava è stato il figlio che ha poi installato delle telecamere a casa della madre. Il procuratore Sandro Raimondi: "Le forze dell'ordine ci sono e ci saranno sempre per tutelare i cittadini da queste truffe e un'attenzione particolare si avrà sempre di più nei confronti degli anziani"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato