Contenuto sponsorizzato

"Ruba il lavoro ai fassani e non conosce il ladino'', vigilessa insultata perché non del posto

Il fatto è avvenuto a Soraga. L'uomo, un imprenditore fassano, è stato condannato dal giudice a pagare 10 mila euro 

Pubblicato il - 31 luglio 2019 - 08:36

SORAGA. Insultata perché non del posto mentre svolgeva il suo lavoro. E' successo in Val di Fassa dove una agente della Polizia locale, originaria della Puglia, è stata offesa da un uomo dopo che quest'ultimo aveva preso la multa. Secondo lui, infatti, l'agente stava rubando lavoro ai trentininon conosceva la lingua ladina.

 

Una vicenda che è finita poi davanti al giudice che ha condannato l'uomo, un imprenditore fassano, a 10 mila euro di multa e tre mesi di reclusione.

 

Tutto è nato da un battibecco a Soraga. L'agente di polizia locale aveva dato la multa ad una macchina parcheggiata in maniera irregolare. Sul posto era poi arrivato il proprietario che si era rifiutato di mostrare i documenti. Da qui era iniziato uno scontro verbale tra i due. L'uomo, infatti, avrebbe inveito contro la donna in ladino perché stava facendo un lavoro che sarebbe dovuto essere fatto da persone del posto e perché non parlava la lingua ladina. Il tutto con toni arroganti. Stappando poi i verbali se ne era andato. 

 

La questione, come detto, è finita in tribunale dove l'imputato è stato poi accusato di oltraggio e interruzione di pubblico servizio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato