Contenuto sponsorizzato

Rubata la targa alla sede del Partito Democratico: "Se è stato un nostro fan la prossima volta suoni e gli daremo anche una bandiera''

Ad accorgersi è stata la segretaria del Partito che ha deciso di postare su Facebook un messaggio per l'autore del furto. "Potranno portare via una targa, ma non riusciranno a cancellare i valori, la passione e l'impegno per la democrazia delle donne e degli uomini del Pd del Trentino"

Pubblicato il - 23 agosto 2019 - 19:15

TRENTO. “Se fosse stato un nostro fan poteva suonare e salire e magari avere anche una nostra bandiera”. Il Partito Democratico ha deciso di liquidare quasi con una battuta quello che è successo questa notte alla sede che si trova in via Garibaldi.

 

La targa che era stata messa qualche mese fa a seguito del trasferimento del partito nei nuovi uffici, infatti, nel corso della notte è stata rubata.

 

“Questa mattina – ha spiegato il Partito Democratico con un post su Facebook - con molto rammarico, abbiamo scoperto che qualcuno ha visto bene di riempire il suo tempo rubando la targa del Pd appesa fuori dalla nostra sede di via Garibaldi. Vogliamo dire ai responsabili che questo tipo di azioni li qualificano e che potranno portare via una targa, ma non riusciranno a cancellare i valori, la passione e l'impegno per la democrazia delle donne e degli uomini del Pd del Trentino”.

 

Infine l'ultimo messaggio. “Se invece è stato un nostro fan, la prossima volta lo invitiamo a suonare e salire, sarà sempre il benvenuto. E se lo desidera potrà avere anche la nostra bandiera”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 16:50

Zanetti è stato ritenuto “colpevole” di aver espresso solidarietà alla senatrice, recentemente passata da Forza Italia al nuovo gruppo fondato da Matteo Renzi, ma lui sottolinea: “Per capire serve cultura politica, c'è chi ce l'ha e chi no, per i secondi il silenzio è d'oro”

22 settembre - 14:57

Nelle sole due serate si sono superate le 22mila presenze. Alta la partecipazione anche a Poplar Cult nella fascia pomeridiana. Presenti persone di tutte le età e moltissime famiglie. Bocchio: "E' andato tutto bene e il successo di quest'anno dimostra un consolidamento del festival anche grazie al rapporto con le istituzioni". L'evento è stato seguito da Euregio Group che lo ha raccontato attraverso il Dolomiti, Radio Nbc, Radio Italia Anni 60 e Trentino Tv

22 settembre - 17:08

Poche ore fa il lancio su Facebook ed è subito partito il tam-tam della rete. C'è mistero sulla trama: dovrebbe trattarsi di una serie drammatica e dai risvolti sovrannaturali. Head writer è Ezio Abbate sceneggiatore di Suburra la Serie 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato