Contenuto sponsorizzato

Sale sull'altare e grida ''Io sono Dio'' durante la messa. Alla chiesa di Lavis arrivano i carabinieri

Fuori programma ieri sera durante la cerimonia delle 20. L'uomo ha agito prima della celebrazione e poi di nuovo durante la consacrazione stupendo e spaventando alcuni dei presenti

Di Martino Brigadoi, Lisa Donati, Michela Moser, Lisa Giovanelli (Liceo Prati) - 18 febbraio 2019 - 12:52

LAVIS. “Io sono Dio”, poi ha allargato le braccia e ha guardato verso il cielo, il tutto dall'altare della chiesa. E' stata questa la scena alla quale hanno assistito molte persone riunite ieri sera nella chiesa di Santo Udalrico di Lavis. Una scena che ha allarmato non poco la comunità con il parroco che, alla fine, è arrivato a chiamare i carabinieri.

 

I fatti si sono svolti intorno alle 20. Molte persone si erano già sedute tra i banchi e attendevano l’inizio della celebrazione. Ad un tratto, il silenzio è stato rotto dall’arrivo di un uomo, tra i 30 e i 40 anni, forse dell'Est Europa, che, dopo aver attirato l’attenzione dei presenti salendo sull’altare, ha cominciato a gridare e a sostenere di essere nientedimeno che Dio.

 

Attimi vissuti con stupore e una certa paura dalla comunità di fedeli.che è rimasta impietrita ad osservare i movimenti dell'uomo. Alcuni dei presenti si sono alzati e hanno accompagnato la persona a sedere, e la messa è iniziata regolarmente. Quello che sembrava un episodio isolato, è poi sfociato in un secondo tentativo di attirare l’attenzione. Al momento della consacrazione infatti, l’individuo, direttosi nella navata centrale, ha rivolto le braccia al cielo, per poi tornare al suo banco.

 

Il parroco è riuscito a mantenere la calma ma, un po' preoccupato, ha deciso di chiamare le forze dell'ordine. Al termine della funzione sono sopraggiunte due volanti dei carabinieri, e l'uomo è stato portato via. Non si è ancora a conoscenza delle motivazioni del gesto, forse dovuto a condizioni psicofisiche precarie.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato