Contenuto sponsorizzato

Scialpinista sbaglia traccia e si trova bloccato sopra sbalzi di roccia

Il 23enne in difficoltà ha lanciato l'allarme intorno alle 16.30 di ieri, sabato 9 novembre, e il soccorso alpino è entrato immediatamente in azione. I soccorsi hanno attivato l'elicottero del Suem che si è levato in volo da Pieve di Cadore per intervenire sul passo Fedaia con 20 metri di verricello

Pubblicato il - 10 novembre 2019 - 15:45

BELLUNO. Un 23enne è stato salvato dal soccorso alpino bellunese. Il giovane stava praticando scialpinismo sul passo Fedaia, quando durante la discesa ha sbagliato traccia.

 

A quel punto lo sportivo si è ritrovato sopra alcuni salti di roccia all'altezza del quinto pilone della seggiovia

 

Il 23enne in difficoltà ha lanciato l'allarme intorno alle 16.30 di ieri, sabato 9 novembre, e il soccorso alpino è entrato immediatamente in azione.

 

I soccorsi hanno attivato l'elicottero del Suem che si è levato in volo da Pieve di Cadore. Una volta individuato e localizzato lo scialpinista, i tecnici del soccorso alpino sono sbarcati sul luogo mediante un verricello di 20 metri.

 

Le unità di soccorso hanno così raggiunto e assicurato il giovane, il quale è stato portato a bordo dell'elicottero. 

 

Da lì è stato elitrasferito all'ospedale di Pieve di Cadore per gli accertamenti e gli approfondimenti del caso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 luglio - 06:01

Non è l'unica iniziativa della Sat che si affida anche alla citizen science per coinvolgere amanti della montagna, simpatizzanti e satini. La richiesta è quella di inviare immagini e segnalazioni di arrossamento nivale. Il presidente del comitato glaciologico della Sat: "Tutti insieme si può contribuire allo studio della salvaguardia dei ghiacciai: la loro tutela è vitale per la montagna"

01 luglio - 19:44

Le associazioni ambientaliste e i comitati di cittadini della zona hanno protestato più volte contro le ferite inferte alla montagna nei lavori per i Mondiali di sci di Cortina 2021. E mentre si attende l'annuncio del probabile rinvio di un anno da parte della Fisi, Mountain Wilderness Italia attacca: "Devastazione pianificata. A rischio l'ambiente e la popolazione"

01 luglio - 19:33

Il sito della Pat dei Grandi Carnivori recita: ''Ieri sera, 30 giugno 2020, verso le ore 23.00, nell'ambito delle attività di cattura dell'orso che si è dimostrato confidente e che gravita tra Sporminore, Spormaggiore e Cavedago, è stata catturata all'interno di quest'ultimo territorio con una trappola a tubo'' e radiocollarata una femmina che però non si crede sia quella ricercata (e che non c'entra con l'aggressione del Peller)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato