Contenuto sponsorizzato

Scialpinista sbaglia traccia e si trova bloccato sopra sbalzi di roccia

Il 23enne in difficoltà ha lanciato l'allarme intorno alle 16.30 di ieri, sabato 9 novembre, e il soccorso alpino è entrato immediatamente in azione. I soccorsi hanno attivato l'elicottero del Suem che si è levato in volo da Pieve di Cadore per intervenire sul passo Fedaia con 20 metri di verricello

Pubblicato il - 10 novembre 2019 - 15:45

BELLUNO. Un 23enne è stato salvato dal soccorso alpino bellunese. Il giovane stava praticando scialpinismo sul passo Fedaia, quando durante la discesa ha sbagliato traccia.

 

A quel punto lo sportivo si è ritrovato sopra alcuni salti di roccia all'altezza del quinto pilone della seggiovia

 

Il 23enne in difficoltà ha lanciato l'allarme intorno alle 16.30 di ieri, sabato 9 novembre, e il soccorso alpino è entrato immediatamente in azione.

 

I soccorsi hanno attivato l'elicottero del Suem che si è levato in volo da Pieve di Cadore. Una volta individuato e localizzato lo scialpinista, i tecnici del soccorso alpino sono sbarcati sul luogo mediante un verricello di 20 metri.

 

Le unità di soccorso hanno così raggiunto e assicurato il giovane, il quale è stato portato a bordo dell'elicottero. 

 

Da lì è stato elitrasferito all'ospedale di Pieve di Cadore per gli accertamenti e gli approfondimenti del caso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 dicembre - 19:12

Tantissimi i giovani e le famiglie che sono arrivate a Trento accogliendo la proposta del popolo delle sardine di scendere in piazza per ribadire la loro distanza da odio, rabbia e populismo

06 dicembre - 17:07

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

06 dicembre - 11:12

Le abbondanti precipitazioni nevose delle ultime settimane hanno favorito l'inizio della stagione del letargo. Ecco quindi un orso che, sul Brenta orientale, è impegnato a raccogliere materiale vegetale per prepararsi la tana in vista del letargo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato