Contenuto sponsorizzato

Si intrufolano in un appartamento ma vengono scoperte dal proprietario, due diciottenni nei guai

A finire arrestato anche un ragazzo di 20 anni che faceva da "palo". Ai tre sono stati attribuiti tre furti fatti il 14 e il 15 agosto 

Pubblicato il - 17 agosto 2019 - 12:16

BRUNICO. Si sono intrufolate in un appartamento per rubare ma sono state scoperte dal proprietario. A finire nei guai due ragazze di appena 18 anni di Bolzano.

 

La vicenda è avvenuta nella giornata di Ferragosto in un appartamento a San Giorgio di Brunico e ha visto l'intervento dei carabinieri di Bressanone in collaborazione con i colleghi di San Candido, di Brunico e della stazione di Dobbiaco.

 

Le due donne sono state sorprese all’interno dell’appartamento dal proprietario, il quale ha avvisato subito i Carabinieri che sono giunti prontamente sul posto. Le due non sembrava stessero agendo da sole e per questo i carabinieri hanno avviato immediati alcuni accertamenti.

 

Le tempestive attività di indagine, incrociando le immagini di video sorveglianza e alcune testimonianze, hanno consentito di rintracciare un ragazzo di 20 anni che sostava poco distante dall’appartamento a bordo di un’auto. Dopo aver notato l’arrivo dei Carabinieri il ventenne si era allontanato repentinamente ma l’allarme diramato dai Carabinieri ha consentito di bloccarlo a Bressanone mentre stava per imboccare l’autostrada in direzione sud.

 

Si è riusciti a ricostruire il “modus operandi” del trio, appurando come l’uomo, dopo aver individuato gli obiettivi, aveva accompagnato sul posto le due ragazze e con un grosso cacciavite o un “piede di porco”, forzava una porta o una finestra, dando l’accesso all’appartamento e  ponendosi poi all’esterno per fare da “palo” mentre le donne operavano all’interno.

 

Gli uomini dell’Arma con meticolosità e pazienza, sono però riusciti a ricostruire gli spostamenti in provincia dell’uomo e delle due giovani, riuscendo ad attribuire loro non solo il tentato furto di Brunico, ma ulteriori 3 furti eseguiti tra Dobbiaco – San Candido e Brunico, realizzati nel corso del 15 agosto e del giorno precedente.

All’interno della macchina dell’uomo, sono stati sequestrati oltre agli arnesi da scasso, due telefoni cellulari, risultati oggetto di furto, e la somma in contanti di circa 700 euro, ritenuta provento dell’attività illecita. Ora tutti e tre dovranno rispondere di furto e tentato furto in concorso alla Procura della Repubblica di Bolzano.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 giugno - 19:10
Vertice tra Provincia, Upipa e Spes per l’analisi delle richieste che sono arrivate dal mondo delle case di riposo. L'assessora Stefania [...]
Cronaca
18 giugno - 18:58
Il sindacato dei giornalisti del Trentino Alto Adige incassa una vittoria (''parziale'') sul fronte della condotta antisindacale da parte della [...]
Cronaca
18 giugno - 16:15
Lo ha annunciato il ministero per la Salute prolungando anche le misure di ingresso da India Bangladesh e Sri Lanka
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato