Contenuto sponsorizzato

Si picchiano fuori da scuola con una mazza da baseball e un punteruolo: due minorenni nei guai

I giovani si sarebbero dati appuntamento sui social network. Uno ha riportato la frattura del gomito. La lite fermata da compagni e insegnanti, denunciati i due ragazzi

Pubblicato il - 14 marzo 2019 - 10:54

TRENTO. Un appuntamento per "sistemare una faccenda", preso sui social network. Due ragazzi si sarebbero affrontati fuori da scuola con bastone e punteruolo: sono finiti nei guai.

 

Tutto è successo durante la ricreazione del pomeriggio: due ragazzi quasi 18enni, di due scuole diverse di Cles, si sono dati appuntamento e poi si sarebbero appartati per affrontarsi, impugnando rispettivamente una mazza da baseball e un punteruolo.

 

Una lite durante la quale uno dei due giovani ha riportato la frattura di un gomito: gli sarebbe stata procurata con la mazza, rimasta spezzata. Immediato l'allarme dato da alcuni alunni e dagli insegnanti che hanno interrotto la disputa. In contemporanea la segnalazione al 112 e l'intervento dei carabinieri della compagnia di Cles che, arrivati sul posto, hanno trovato solo uno dei due giovani. L'altro sarebbe stato rintracciato poco dopo.

 

Difficile dire cosa possa essere alla base dell'iniziativa, se forse una gelosia o altri motivi di rancore. Al lavoro per far luce sull'accaduto i militari che hanno denunciato a piede libero i due giovani, affidati ai genitori.

 

I ragazzi sono accusati rispettivamente di lesione personale aggravata e di minaccia e porto abusivo di arma od oggetto atto ad offendere.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 marzo - 20:12

Venerdì una serata aperta alla cittadinanza dedicata a ''Genere, educazione, pluralità'' e, nel pomeriggio, appuntamento con la Cgil in piazza Dante. Il 30 marzo tutti a Verona per il corteo di Non una di meno

21 marzo - 18:37
Le indagini partono poco più di due mesi fa, quando gli agenti pizzicano un veicolo di proprietà di un comune della Val Rendena e condotto da un dipendente di Tione mentre compie una violazione alla segnaletica stradale. Gli accertamenti però mettono in luce un quadro pesante per l'uomo tra truffa, peculato e falsa attestazione di servizio
21 marzo - 20:01

I due giovani si trovavano in un tratto di pista molto ripida.  Il Soccorso alpino gli ha fatto calzare le racchette da neve e sono stati accompagnati, con l'ausilio di una corda, a valle fino alla motoslitta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato