Contenuto sponsorizzato

Si picchiano fuori da scuola con una mazza da baseball e un punteruolo: due minorenni nei guai

I giovani si sarebbero dati appuntamento sui social network. Uno ha riportato la frattura del gomito. La lite fermata da compagni e insegnanti, denunciati i due ragazzi

Pubblicato il - 14 marzo 2019 - 10:54

TRENTO. Un appuntamento per "sistemare una faccenda", preso sui social network. Due ragazzi si sarebbero affrontati fuori da scuola con bastone e punteruolo: sono finiti nei guai.

 

Tutto è successo durante la ricreazione del pomeriggio: due ragazzi quasi 18enni, di due scuole diverse di Cles, si sono dati appuntamento e poi si sarebbero appartati per affrontarsi, impugnando rispettivamente una mazza da baseball e un punteruolo.

 

Una lite durante la quale uno dei due giovani ha riportato la frattura di un gomito: gli sarebbe stata procurata con la mazza, rimasta spezzata. Immediato l'allarme dato da alcuni alunni e dagli insegnanti che hanno interrotto la disputa. In contemporanea la segnalazione al 112 e l'intervento dei carabinieri della compagnia di Cles che, arrivati sul posto, hanno trovato solo uno dei due giovani. L'altro sarebbe stato rintracciato poco dopo.

 

Difficile dire cosa possa essere alla base dell'iniziativa, se forse una gelosia o altri motivi di rancore. Al lavoro per far luce sull'accaduto i militari che hanno denunciato a piede libero i due giovani, affidati ai genitori.

 

I ragazzi sono accusati rispettivamente di lesione personale aggravata e di minaccia e porto abusivo di arma od oggetto atto ad offendere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

25 novembre - 09:37

Nell’incendio che ha distrutto la loro casa, la famiglia, con quattro figli minorenni, ha perso tutto. Via social è stato lanciato un appello per aiutarli: “C’è veramente bisogno, si cercano soprattutto vestiti per bambini di 5, 7, 14 e 15 anni”

25 novembre - 08:56

La 73enne Iolanda Balzano si è spenta dopo aver lottato contro il coronavirus: madre di quattro figli, nonna e bisnonna si era candidata in sostegno di Franco Ianeselli nelle ultime elezioni comunali. Il figlio: “Una manciata di giorni ti hanno portata via da quella quotidianità che vivevi con la forza e il coraggio”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato