Contenuto sponsorizzato

Si trovava a Bolzano per lavoro, rientra a casa e trova morti i genitori

L'uomo è rientrato a Lamezia Terme e ha trovato i due genitori morti. I vicini lo avevano avvisato che non vedevano gli anziani da qualche giorno

Pubblicato il - 08 marzo 2019 - 13:21

BOLZANO. Lei ancora a letto sotto le coperte mentre il marito steso in bagno. Sono stati travati in questo modo senza vita  due coniugi di Lamezia Terme.

 

Ad accorgersi di quello che era successo è stato il figlio che lavora a Bolzano. Ieri ha deciso di tornare a casa a Lamezia, quartiere Miraglia di Sambiase, dopo che alcuni vicini l'avevano avvisato di non vedere i due anziani da qualche giorno.

 

Entrato in casa si è subito accorto dei due corpi. Dalle prime informazioni non sono stati riscontrati segni di violenza. Nell'abitazione non sono stati nemmeno trovati segni di effrazione o altri particolari che possano far pensare alla presenza di altre persone nell’appartamento.

La morte, secondo le prime indicazioni, sarebbe avvenuta tra la serata di lunedì e la mattinata di martedì. Da qualche tempo l'uomo, 82 anni, su occupava della moglie ammalata di Alzheimer.

 

Sono state avviate le indagini e sarà l'autopsia a chiarire cosa è successo. E’ possibile, secondo sempre le prime ricostruzioni, che uno dei due coniugi abbia avuto un malore e sia morto e l'altro sia deceduto poco dopo a causa del dolore provocato dalla perdita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato