Contenuto sponsorizzato

Si tuffa dalla scogliera ma atterra male: grave un sedicenne trentino

Gettatosi da una falesia alta 10 metri a Torre dell'Orso, nel leccese, un giovane trentino si è lesionato la zona cervicale. Trasportato immediatamente all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, si attende di capire che danni possa aver riportato. Cauti i medici 

Di Davide Leveghi - 19 agosto 2019 - 16:01

LECCE. È grave un giovane trentino tuffatosi da una scogliera nella Baia di Melendugno, in provincia di Lecce. Lanciatosi dal costone roccioso di Torre dell'Orso, il sedicenne non è stato visto risalire a riva, provocando l'immediata richiesta d'aiuto da parte dei bagnanti che hanno assistito al tuffo, di circa dieci metri.

 

Dopo un primo intervento di soccorso da parte dei bagnini dello stabilimento Lido l'Orsetta, sono accorsi sul posto gli operatori del 118 e i militari della guardia costiera dell'Ufficio marittimo di San Foca, in idromoto. All'arrivo dei soccorritori, il giovane era cosciente ma stava ingurgitando acqua. Allacciato a una barella spinale, è stato accompagnato in ambulanza all'ospedale Vito Fazzi di Lecce.

 

Cauti i medici sulle condizioni del ragazzo, che nel tuffo avrebbe subito lesioni alla colonna vertebrale. La meta turistica, famosa per la scogliera, è nota per i tuffi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 12:19

Gli autonomisti presentano una mozione per aderire al Manifesto della comunicazione non ostile: “In questo periodo di forte conflittualità è tempo di arginare la dilagante violenza verbale che coinvolge anche alcuni esponenti della politica, speriamo che la nostra proposta venga condiviso anche dalla Giunta”

27 febbraio - 16:23

Il giovane stava lavorando nei boschi di Campo Tures con il padre. Troppo gravi le sue ferite, è morto nel primo pomeriggio all'ospedale di Brunico 

27 febbraio - 12:59

Il riscaldamento globale sta creando più guai del previsto. Circa un terzo del carbonio presente sul pianeta, intrappolato nel Mar Glaciale Artico sotto forma di metano e anidride carbonica, minaccia di liberarsi in atmosfera

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato