Contenuto sponsorizzato

''Sono dell'Isis. Se battezzi nostro figlio ti faccio saltare la casa''

L'uomo aveva detto alla moglie di aver trovato lavoro in Trentino ma dopo essersi trasferito non si è fatto più sentire. L'unica volta che ha contattato la moglie, lo ha fatto per minacciarla

Pubblicato il - 08 luglio 2019 - 19:25

TRENTO. “Se battezzi nostro figlio faccio saltare in aria la casa. Sono vicino all’Isis, lo sai, attenta a quello che fai” questa la minaccia di un 54enne fatta alla moglie dopo aver scoperto l'intenzione dei famigliari di battezzare il loro figlio. La vicenda è stata raccontata ieri da 'Il Giornale di Vicenza'.

 

Protagonista è una coppia che viveva nel vicentino: lui 54 anni di religione musulmana mentre lei 40 anni di religione cattolica. Il rapporto tra i due era iniziato bene fino a quando l'uomo ha perso il lavoro trovandosi difronte a diverse difficoltà economiche. Sono quindi iniziate le tensioni all'interno della coppia che si è poi rappacificata. Con loro anche un bimbo che oggi ha sei anni.

 

Ad un certo punto, però, il 54enne ha spiegato alla moglie di aver trovato un lavoro in Trentino e che si sarebbe dovuto trasferire per un po' di tempo. Questo è successo nel 2017 e da allora avrebbe tentato di far perdere le sue tracce.

 

I tentativi di contattare il marito da parte della moglie sono stati vani e la donna, invece, avrebbe scoperto che probabilmente aveva trovato un'altra donna. Fatto sta che da quel momento non avrebbe mai più pagato gli alimenti alla sua famiglia, sia alla moglie che al figlio.

 

Una delle pochissime volte in cui si è fatto vivo, viene raccontato dal Giornale di Vicenza, avrebbe approfittato per lanciare minacce pesanti. “Sono dell’Isis, non battezzare nostro figlio altrimenti faccio saltare in aria la casa”.

 

Ora l'uomo dovrà presentarsi davanti al giudice per rispondere di tentata violenza privata oltre che di non avere pagato gli alimenti alla moglie. Al momento, però, risulta irreperibile. Dopo aver detto di essere venuto in Trentino, infatti, l'ultimo domicilio conosciuto dell'uomo è Bressanone. Ma anche da qui sembra scomparso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato