Contenuto sponsorizzato

Spacciatore maldestro prova a vendere l'erba a due carabinieri increduli. Bloccato e denunciato a piede libero

I due militari erano in abiti civili e all'inizio hanno pensato a uno scherzo. Il giovane della Val di Cembra, però, stava davvero cercando di vender loro della marijuana

Pubblicato il - 15 December 2019 - 11:37

CAVALESE. Quando il giovane si è avvicinato e ha proposto loro l'acquisto di droga hanno pensato si trattasse di uno scherzo. Sorridendo gli hanno, però, dato corda e questi ha cominciato a parlare e a spiegar loro costi e quantità mostrando anche un vaso di vetro, che aveva con lui, con dentro la marijuana. A quel punto i carabinieri hanno preso atto della situazione e lo hanno bloccato. 

 

Non si può dire che sia stato fortunato l'aspirante spacciatore residente in Val di Cembra che in questi giorni si era recato in quel di Cavalese per vedere sostanze stupefacenti, forse ai turisti presenti in questi giorni per la stagione invernale. Il problema è che ha sbagliato ad individuare i potenziali clienti ed è andato a proporre la sua merce a due carabinieri non in servizio che erano appena usciti da un locale del centro montano.

 

Il ragazzo li ha abbordati chiedendo loro se volessero della marijuana, una decina di grammi. Una volta che ha anche esibito la sostanza stupefacente i due militari in abiti civili non hanno potuto far altro che bloccarlo e richiedere il supporto dell’equipaggio radiomobile in servizio di turnazione che lo ha condotto in caserma. L’improbabile pusher, resosi conto della mala parata, ha immediatamente consegnato vaso con la marijuana.

 

Le operazioni di perquisizione, estese dai carabinieri anche all’abitazione del fermato, in un piccolo paese della Val di Cembra, hanno condotto alla consegna spontanea di altro stupefacente dello stesso tipo, per complessivi 40 grammi circa. La droga rinvenuta, sottoposta a sequestro, è stata inviata al laboratorio analisi sostanze stupefacenti di Bolzano, per stabilire la capacità psicotropa attraverso l’analisi dei principi attivi contenuti.

 

Il giovane, all’esito delle perquisizioni, è stato denunciato a piede libero per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 January - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 January - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato