Contenuto sponsorizzato

Suona l'antifurto e i carabinieri la assistono tranquillizzandola. L'anziana li ringrazia con dei dolci fatti in casa

E' successo a Cles. Il carabiniere percepisce chiaramente che la signora è molto preoccupata e ha deciso di stare al telefono con lei per tenerle compagnia e rassicurarla che presto due suoi colleghi l'avrebbero raggiunta per verificare che tutto sia a posto

Pubblicato il - 28 April 2019 - 14:34

CLES. Un carabiniere le ha tenuto compagnia al telefono mentre il suo allarme di casa continuava a suonare in piena notte. Si trattava, però, di un falso allarme e allora l'anziana, passata la paura, ha deciso di ringraziare con dei dolci fatti in casa.

 

Il singolare episodio è successo a Cles qualche giorno fa. Attorno alle due di notte presso la centrale operativa della Compagnia Carabinieri è arrivata la segnalazione di un possibile furto in un’abitazione che si trova in zona Campi Neri. Si tratta di un “allarme telefonico” della casa di un'anziana signora collegato con il numero unico di emergenza 112.

 

È l’ottantenne stessa, dopo pochi minuti, a chiamare i Carabinieri. Lo fa quando la pattuglia dell’Aliquota Radiomobile sta già raggiungendo la sua abitazione, allertata proprio da chi le risponde al telefono.

 

Il carabiniere percepisce chiaramente che la signora è molto preoccupata e, intanto che le altre linee telefoniche di “emergenza” restano in silenzio, ha deciso di stare al telefono con lei per tenerle compagnia e rassicurarla che presto due suoi colleghi l'avrebbero raggiunta per verificare che tutto sia a posto.

 

La telefonata dura pochi minuti e si chiude con l’arrivo dell’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile. L’ispezione eseguita dai militari permette di stabilire l’assenza di tentativi di intrusione. Si è trattato quindi del più classico dei falsi allarmi.

 

L’anziana è però rimasta colpita dal gesto del carabiniere che era dall’altro capo del telefono e così, per ringraziarlo, ha deciso di consegnare ai suoi colleghi, perché glieli recapitino, alcuni dolci che lei stessa aveva preparato nel pomeriggio. La mattina seguente, in un orario più consono, è stato il carabiniere a chiamarla, questa volta in segno di riconoscenza per lo squisito dono.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 maggio - 18:00
Il commissario per l'emergenza coronavirus, insieme a Fabrizio Curcio (capo della Protezione civile nazionale), accompagnato dal presidente della [...]
Politica
14 maggio - 16:37
L’ulteriore apertura della scuola dell’infanzia è prevista nel mese di luglio per le scuole a calendario ordinario, nel mese di giugno per le [...]
Cronaca
14 maggio - 15:54
Nell’occasione i due ragazzi avevano manifestato un’aggressività tale da costringere l’autista a interrompere la corsa del bus per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato