Contenuto sponsorizzato

Terremoto di magnitudo 6,8 in Indonesia: diramato l'allarme tsunami

Una violenta scossa di terremoto è stata rilevata al largo delle coste indonesiane, le autorità si sono attivate fin da subito per soccorrere le persone rimaste intrappolate. Ora però si teme un possibile maremoto

Pubblicato il - 02 agosto 2019 - 16:17

INDONESIA. Alle 19 ora locale, le 14 di venerdì in Italia, le persone si sono riversate in strada subito dopo aver avvertito la scossa.

 

Infatti un violento terremoto di magnitudo 6,8 è stato rilevato al largo della costa sud-occidentale dell'isola di Giava.

 

L'epicentro si trova a 151 chilometri dalla provincia di Banten, sulle coste indonesiane ad una profondità di 42,8 chilometri. 

 

Per questo motivo le autorità di Giacarta hanno diramato l'allerta tsunami. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 11:06

Gian Marco Prampolini, presidente Leal, e Natascia Pecorari, presidente di Salviamo gli Orsi della Luna, hanno fatto la richiesta agli atti e ottenuto il report della visita dei carabinieri di Costa dentro il Casteller: ''Stanno facendo vivere ai tre orsi un vero calvario. Temiamo per la loro vita e attendiamo fiduciosi che il Ministro Costa, che prima di noi ha ricevuto la relazione del sopralluogo dei Cites, faccia la sua parte e prenda provvedimenti previsti dalla legge''

01 ottobre - 13:05

Denunce ritirate contro gli attivisti anti-pesticidi? Niente affatto, Bolzano fa di nuovo retromarcia e il processo andrà avanti. Gli accusati: “L’assessore ha mentito pubblicamente riguardo al ritiro delle querele, vogliono obbligarci a nascondere all’opinione pubblica i dati sul reale utilizzo dei pesticidi in Alto Adige”

01 ottobre - 12:12

Luogo di frontiera per lunghi periodi, la Lessinia si distinse per il fiorire dell'attività di contrabbando. Tra la Vallagarina e le montagne venete, di notte e di giorno i contrabbandieri, carichi di sale, zucchero e tabacco, facevano la spola, battendo sentieri impervi e cercando di sfuggire ai finanzieri. Leggende e toponimi testimoniano l'importanza di questo commercio per la zona, con personaggi come Pietro Griso, entrato nell'immaginario popolare come scaltrissimo e imprendibile bandito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato