Contenuto sponsorizzato

Tocca il cordolo con la moto, che si impenna per schiantarsi contro una casa. Un 58enne elitrasportato al Santa Chiara

E' successo intorno alle 15.15 a Canazei, quando un 58enne ha perso il controllo del mezzo per finire violentemente a terra. Tempestivo l'intervento di croce bianca, elicottero, vigili del fuoco e polizia locale della val di Fassa

QUI AGGIORNAMENTO

Pubblicato il - 24 luglio 2019 - 17:16

CANAZEI. Tantissima paura per un gravissimo incidente motociclistico in val di Fassa

 

E' successo intorno alle 15.15 a Canazei, quando un 58enne ha perso il controllo del mezzo per finire violentemente a terra.

 

Secondo le ricostruzioni, il centauro ha piegato troppo nel affrontare una rotatoria in centro abitato. A quel punto la parte posteriore della moto ha urtato il cordolo e il mezzo si è impennato.

 

La corsa però non si è fermata e il centauro si è schiantato contro un'abitazione a bordo strada. A causa dell'impatto, il 58enne ha perso conoscenza.  

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza della croce bianca, vigili del fuoco di Canazei e la polizia locale della val di Fassa guidata dal comandante Gianluca Ruggiero per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre da Trento si è levato in volo l'elicottero vista anche la gravità e la dinamica dell'incidente. "Complimenti alla macchina dei soccorsi - commenta Ruggiero - soprattutto alla croce bianca per la velocità di intervento".

 

Nel frattempo il personale medico ha prestato le prime cure al 58enne. I sanitari hanno immobilizzato e stabilizzato il centauro per il trasporto in elicottero all'ospedale Santa Chiara di Trento.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:05

Oggi la Giunta provinciale ha approvato il documento attraverso il quale si avvierà la riduzione delle presenze all'interno della residenza fino alla chiusura. Sul tema dell'accoglienza il neo sindaco di Trento, Franco Ianeselli, ha spiegato che tra Pat e Comune ci sono due linee opposte: "Sbagliato scaricare sulla città tutti gli oneri come è stato fatto negli ultimi anni. La strada giusta è l'accoglienza diffusa"

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:19

Se Riva pare la piazza più in bilico dove la destra potrebbe tentare il colpo forte anche dell'alleanza con i civici di Malfer e il Patt locale, quello provinciale ricorda ai suoi elettori da che parte sta l'Autonomia. Intanto anche le Sardine tornano a farsi sentire (giovedì a Riva alle 17 ci sarà un flash mob) ben consce del fatto che anche nelle piazze dove qualcuno poteva sperare nel cambiamento il rischio di ritrovarsi con la Lega del Trentino (e non quella di Zaia) al governo è troppo alto 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato