Contenuto sponsorizzato

Traffico in tilt ad Ala, un camion perde per strada alcune lastre di marmo e due auto e un furgone si scontrano

I problemi al traffico sulla strada statale 12 sono iniziati questa mattina presto. Prima la strada è stata bloccata per un camion che ha perso delle lastre di marmo e poi la situazione si è ulteriormente complicata per il tamponamento di tre mezzi

Foto tratta da Facebook
Pubblicato il - 12 febbraio 2019 - 09:46

ALA. Traffico bloccato nella zona industriale di Ala questa mattina per due eventi, la perdita di materiale da un camion e un tamponamento, che hanno visto l'intervento dei vigili del fuoco, dei soccorsi sanitari, della polizia locale e i carabinieri.

 

Il primo evento è avvenuto nelle prime ore di questa mattina ed ha visto un camion che nel transitare sulla strada statale 12, nella zona industriale di Ala in prossimità della Industria Marmi Alberti, ha perso in strada della lastre di marmo. Il traffico è stato completamente bloccato per consentire la rimozione del materiale dalla carreggiata.

 

Il blocco, visto anche l'orario, ha causato una colonna  di mezzi e più a nord la situazione si è ulteriormente complicata per un tamponamento che ha coinvolto tre mezzi, un furgone e due auto.

 

Sull'esatta dinamica su questo secondo incidente sono in corso i rilievi da parte delle forze dell'ordine. Lo scontro ha portato all'uscita dalla carreggiata di un mezzo. Sono quattro le persone soccorse dai sanitari.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

19 febbraio - 17:56

Dopo il ''riserbo'' di Paccher sui nominativi esaminati dalla giunta per le elezioni, interrogazione del consigliere di Futura : ''L'attività del parlamento trentino e dei suoi organi dev'essere trasparente''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato