Contenuto sponsorizzato

Tragico scontro frontale, muore una mamma di 30 anni. Lascia tre bimbi piccoli

Drammatico scontro frontale a Gazzo Veronese in provincia di Verona. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e le forze dell'ordine. Per la donna, purtroppo, non c'è stato nulla da fare 

Pubblicato il - 18 dicembre 2019 - 13:24

VERONA. E' una giovane mamma di 30 anni con tre bimbi piccoli di 1, 2 e 6 anni, la vittima del tragico incidente che è avvenuto a Gazzo Veronese.

 

La tragedia è avvenuta ieri pomeriggio, poco dopo le 15.30, quando la Fiat 500L sulla quale viaggiava si è scontrata frontalmente con una Opel Zafira guidata da un uomo di 64 anni.

 

Un impatto fortissimo che ha fatto sbalzare le due vetture nei fossati che si trovavano lungo la strada. Sull'esatta dinamica dell'incidente sono in corso le indagini da parte dei carabinieri. Da una primissima ricostruzione uno dei due mezzi ha invaso la corsia opposta provocando il tremendo scontro.

 

Sul posto si sono portati immediatamente i soccorsi del 118, le forze dell’ordine e vigili del fuoco. Purtroppo per la donna non c’è stato nulla da fare. Trasportato d’urgenza in ospedale con l’elicottero invece il 64enne che ora è ricoverato al Polo Confortini di Borgo Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 12:01

Il criterio dei 10 anni di residenza per accedere agli alloggi Itea era stato definito dai giudici “discriminatorio”: ora la Corte di Appello ha bocciato anche il ricorso della Pat, con quest’ultima che dovrà pagare 50 euro di sanzione per ogni giorno di ritardo. L’assemblea Antirazzista: “È stato ristabilito un principio di equità e di antidiscriminazione contenuto nelle direttive europee”

16 gennaio - 11:09

Continuano a essere molti i contagi registrati nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Mentre si attende la risposta da Roma sulla scelta di mantenere in vigore le misure da zona gialla nonostante il collocamento in zona rossa, i nuovi positivi sono stati 436, 5 i decessi. A Dobbiaco proseguono le operazioni di screening, mentre nelle Rsa si raggiunge il 40% di vaccinati

16 gennaio - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato