Contenuto sponsorizzato

Travolto da una valanga, 18enne salvato dagli amici. Il soccorso alpino: ''Sconsigliamo le escursioni in questi giorni''

Gli amici sono riusciti a individuarlo e liberargli il viso dalla neve per respirare. Fondamentale anche l'intervento del personale del Soccorso alpino che è riuscito a liberare il ragazzo che si trovava con il corpo sotto un metro e mezzo di neve

Pubblicato il - 03 February 2019 - 09:40

TRENTO. Sono stati momenti drammatici quelli vissuti ieri da un gruppo di cinque giovani che stavano sciando nella zona del Passo Pordoi, in località Belvedere, e che sono stati coinvolti in una valanga.

 

I giovani, attorno alle 15, erano usciti dalla pista in neve fresca, quando è avvenuto il distacco che ha travolto uno di loro, uno sciatore 18enne di Canazei. Immediatamente è stato dato l'allarme. Gli amici, sprovvisti di Artva, pala e sonda, sono riusciti a individuare il punto in cui si trovava il ragazzo mentre stava arrivando il personale dell'assistenza piste e del Soccorso alpino.

 

Per il maltempo l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, decollato non appena è scattato l'allarme, è riuscito ad arrivare solo fino ad Arabba, dove la jeep del Soccorso alpino ha poi trasportato a monte di personale medico, unità cinofila e tecnico di elisoccorso.

 

Fortunatamente i soccorritori sul posto sono riusciti ad estrarre lo sciatore senza che abbia alcuna avuto conseguenza pur essendo rimasto per venti minuti sotto un metro e mezzo di neve.

La valanga aveva circa 20 metri di fronte per una trentina di lunghezza. Il giovane travolto è rimasto totalmente sommerso. I quattro compagni, che avevano visto il punto in cui era scomparso, hanno subito iniziato a scavare con le mani e sono riusciti a individuarlo, dopo avere trovato uno sci, e a liberargli il volto dopo pochi minuti, mentre uno di loro dava l'allarme. Il ragazzo è poi stato estratto dai soccorritori sopraggiunti dalla pista non distante.

 

Da parte del soccorso alpino arriva l'appello alle persone si fare attenzione. “Ricordiamo – viene spiegato - che il persistere in questi giorni dell'elevato pericolo di valanghe e invitiamo alla massima prudenza, sconsigliando vivamente escursioni di qualsiasi tipo, dato anche il rischio di probabili distacchi spontanei che potrebbero interessare vie di comunicazione e aree sciistiche. Risulta di fondamentale importanza la dotazione dei dispositivi di autosoccorso, Artva, pala e sonda, anche per muoversi su itinerari consueti, strade forestali, sentieri”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 08:43

In vista delle festività natalizie il Governo ha introdotto nuove misure restrittive che fra le altre cose estendono l’effetto dei Dpcm già emanati. Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Regioni diverse, mentre a ridosso del Natale saranno vietati anche quelli fra Comuni

03 December - 10:17

Il sindaco di Longarone Roberto Padrin ha comunicato la decisione di sospendere l'attività scolastica in presenza fino al 12 dicembre. I troppi casi registrati nel Comune del Bellunese hanno spinto l'amministrazione a decidere "un atto a tutela di bambini, genitori, nonni e personale delle strutture" per rompere la catena infettiva. "Decisione sofferta ma l'unica possibile"

03 December - 09:42

Sono diversi gli incidenti che hanno interessato il territorio altoatesino nella notte tra mercoledì 2 e giovedì 3 dicembre. Le abbondanti nevicate cadute sulla provincia hanno imbiancato le strade, rendendole scivolose. Interventi dei vigili del fuoco si sono resi necessari a Silandro, Naz-Sciaves e Chiusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato