Contenuto sponsorizzato

Ultraleggero atterra senza carrello e perde carburante da un'ala, panico a bordo

Tanta paura ma fortunatamente nessuna ferita per la coppia che si trovava a bordo. Nella fase di atterraggio non si è aperto il carrello 

Pubblicato il - 11 luglio 2019 - 16:14

ASIAGO. Sono stati momenti di vera paura per le persone che ieri mattina si trovavano a bordo dell'ultraleggero VL3 Evolution  atterrato all'aeroporto di Asiago senza carrello e danneggiando un'ala.

 

E' successo in tarda mattinata. L'ultraleggero era partito da Ozzano con una bordo una coppia. Ad un certo punto ha deciso di atterrare ad Asiago ma evidentemente in questa fase ci sono stati dei problemi tecnici e il carrello non è sceso.

L'impatto con la pista è stato molto violento e questo ha procurato una danno ad un'ala dalla quale è iniziato ad uscire del carburante. E' stato dato l'allarme sul posto è intervenuta immediatamente una squadra dei vigili del fuoco assieme ad una squadra di emergenza dello stesso aeroporto.

 

Il personale è riuscito a tamponare la perdita di carburante dall'ultraleggero che è stato poi portato fuori dalla pista con un carrello gru. Le operazioni di intervento e di soccorso sono durate diverse ore. Fortunatamente per i passeggeri nessuna ferita ma tanta paura.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:38

La città gardesana è stata scelta perché da anni ospita una comunità molto attiva di raeliani che promettono: “Entro il 2035 gli Elohim giungeranno sulla terra ma solo dopo che la loro ambasciata sarà costruita”

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato