Contenuto sponsorizzato

''Un grande spavento, sembrava il terremoto, i calcinacci mi hanno investito in pieno'': parla il dj colpito dall'intonaco durante il saggio a scuola

Marco Zanellato curava alla consolle la musica delle esibizioni: ''Poteva andare peggio, ma in un istituto frequentato da bambini non deve succedere''

Pubblicato il - 02 June 2019 - 12:01

RIVA DEL GARDA. "È stato davvero un grande spavento, soprattutto per i bambini più piccoli": a parlare è Marco Zanellato, il dj che sabato sera occupava il banco investito dai calcinacci caduti in palestra al Floriani (qui articolo). "Mi è arrivato tutto in testa" ricorda.


Tutto è successo attorno alle 20, quando nella palestra dell'istituto tecnico economico e tecnologico Giacomo Floriani (in viale dei Tigli a Riva) era in corso un saggio della scuola "Fusion art". "Ero seduto e curavo la musica e la regia del saggio - racconta Zanellato - e i calcinacci mi hanno preso in pieno, mi è venuto tutto addosso".

 

"Si è staccato tanto intonaco - ricorda - c'erano detriti dappertutto. Per fortuna non era un materiale pesantissimo e non è caduto da un'altezza enorme. Il mio banco con la consolle era infatti sotto una sorta di tunnel, alto circa un metro e mezzo".

 

Sono comunque stati attimi concitati: "Mi è caduto letteralmente in testa il soffitto, per fortuna ho preso solo una piccola botta in testa che non sento nemmeno. Lo spavento è stato per i bambini più piccoli soprattutto, per quelli di 5, 6, 7 anni (quelli di 13 anni capiscono già di più). Per loro è stato un grande spavento: la situazione era veramente brutta, sembrava che ci fosse il terremoto. Per fortuna tutto è caduto addosso a me che ho la pelle dura".


"Vicino a me c'erano anche alcune bambine che aspettavano di esibirsi" ricorda il dj. "Ad una - dice - è caduto addosso un calcinaccio". La piccola, lievemente ferita e spaventata, è stata accompagnata all'ospedale per accertamenti.

 

"Anche la mia consolle professionale, che avevo comprato da poco, ha subito qualche danno, ma per fortuna funziona. Diciamo che l'ho inaugurata bene" scherza Marco che spiega di essere stato lì in palestra "come l'anno scorso, per fare un favore agli amici della scuola, sono persone squisite".

 

"Poteva comunque andare peggio - dice ancora il dj - Se ad esempio i calcinacci fossero caduti da un'altezza maggiore. L'importante è che tutti stiano bene". Secondo Zanellato "era destino": "Chi poteva saperlo che sarebbe successo? La scuola è tenuta molto bene. Cose del genere non devono succedere, certo, ma purtroppo sono cose che possono anche accadere. Sarebbe stato meglio se fosse capitato di notte".


Immediatamente sul posto si sono portati carabinieri e vigili del fuoco: "Le forze dell'ordine sono arrivate subito, hanno messo la zona in sicurezza. Noi abbiamo spostato le bambine e potuto finire il saggio".

 

"Ok che siamo in Trentino e qui è tutto perfetto, ma l'accaduto deve comunque essere un campanello d'allarme - conclude Marco Zanellato - Stiamo parlando di scuole che quindi devono essere perfette perché ci sono i bambini".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 maggio - 19:51
Nel suo ultimo blog l'ex rettore dell'Università di Trento riporta una serie di considerazioni sulla scelta di allungare la distanza tra la prima [...]
Società
15 maggio - 12:20
Ieri è stata consegnata l'opera di restauro della struttura palladiana alle autorità cittadine e dell'Ana: ''L’intervento iniziato alla fine [...]
Cronaca
14 maggio - 18:33
In particolare verranno sottoposti ad analisi i tratti paralleli all’autostrada del Brennero che, in caso di ipotetica rottura, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato