Contenuto sponsorizzato

Un malore si porta via il 29enne Stefano Tabarelli de Fatis, vicecomandante dei vigili del fuoco di Baselga del Bondone

Il giovane era molto conosciuto in zona e l’intero paese si è stretto attorno alla famiglia e alla sua ragazza Arianna nel ricordo del giovane scomparso a soli 29 anni

Pubblicato il - 13 December 2019 - 16:57

BASELGA DEL BONDONE. La notizia ha colto tutti alla sprovvista Stefano Tabarelli de Fatis è venuto a mancare, oggi 13 dicembre, a soli 29 anni. 

 

Il giovane era molto conosciuto in zona e l’intero paese si è stretto attorno alla famiglia e alla sua ragazza Arianna. "Che brutto scherzo ci hai fatto. Stavolta invece delle nostre tante risate, ci hai fatto piangere tutte le nostre lacrime. Guida i nostri treni dal cielo adesso. I nostri cuori daranno sempre il pronti al tuo ricordo, ciao, Maestro", così un'amica su Facebook.  

 

In particolare anche il corpo dei vigili dei pompieri ha voluto ricordare Stefano, che era il vicecomandante dei vigili del fuoco di Baselga del Bondone, nominato appena un anno fa nel gennaio 2018, che può contare su un organico composto da 15 persone: 13 vigili attivi, di cui tre donne e due vigili onorari.

 

Il giovane è morto ieri pomeriggio a causa di un malore improvviso. “Abbiamo tutti perso un amico, un grande amico, Ciao Taba” l’ultimo saluto del suo amico e comandante Gianluca Faes.

 

La pagina Facebook dei vigili del fuoco di Baselga del Bondone sta ricevendo tantissimi messaggi di cordoglio e vicinanza ai famigliari di Stefano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 January - 13:22

I compagni di uscita hanno immediatamente interessato il Numero unico per le emergenze, ma si sono anche subito dati da fare per localizzare l'amico. In azione anche l'elicottero e le unità del soccorso alpino. Gli sportivi tutti dotati di Artva, pala e sonda

19 January - 11:22

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione negli ospedali. Oltre 7 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 526 le vittime nella seconda ondata 

19 January - 05:01

Antonio Ferro ha spiegato che una persona dopo aver ricevuto la prima dose ha registrato delle "parestesie" poi rientrate. Il direttore: "I benefici della vaccinazione sono senz'altro più importanti e rilevanti rispetto alle controindicazioni"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato