Contenuto sponsorizzato

Un malore si porta via il 29enne Stefano Tabarelli de Fatis, vicecomandante dei vigili del fuoco di Baselga del Bondone

Il giovane era molto conosciuto in zona e l’intero paese si è stretto attorno alla famiglia e alla sua ragazza Arianna nel ricordo del giovane scomparso a soli 29 anni

Pubblicato il - 13 dicembre 2019 - 16:57

BASELGA DEL BONDONE. La notizia ha colto tutti alla sprovvista Stefano Tabarelli de Fatis è venuto a mancare, oggi 13 dicembre, a soli 29 anni. 

 

Il giovane era molto conosciuto in zona e l’intero paese si è stretto attorno alla famiglia e alla sua ragazza Arianna. "Che brutto scherzo ci hai fatto. Stavolta invece delle nostre tante risate, ci hai fatto piangere tutte le nostre lacrime. Guida i nostri treni dal cielo adesso. I nostri cuori daranno sempre il pronti al tuo ricordo, ciao, Maestro", così un'amica su Facebook.  

 

In particolare anche il corpo dei vigili dei pompieri ha voluto ricordare Stefano, che era il vicecomandante dei vigili del fuoco di Baselga del Bondone, nominato appena un anno fa nel gennaio 2018, che può contare su un organico composto da 15 persone: 13 vigili attivi, di cui tre donne e due vigili onorari.

 

Il giovane è morto ieri pomeriggio a causa di un malore improvviso. “Abbiamo tutti perso un amico, un grande amico, Ciao Taba” l’ultimo saluto del suo amico e comandante Gianluca Faes.

 

La pagina Facebook dei vigili del fuoco di Baselga del Bondone sta ricevendo tantissimi messaggi di cordoglio e vicinanza ai famigliari di Stefano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 febbraio - 13:03

La decisione per il capoluogo è arrivata nell'ultimo meet up, una seduta straordinaria per chiudere questo strumento e far confluire nell'Associazione Trentino 5 stelle. Presentati anche i facilitatori: Marini si occupa di relazioni esterne, Rudi Tranquillini di formazione e Teresa Fortini per le relazioni interne

20 febbraio - 05:01

Critico Carlo Andreotti, ex presidente della Provincia: "Sindaco e maggioranza hanno sbagliato a rinviare la seduta in quanto aveva i numeri per impedirlo". Il primo cittadino Andreatta: "Decisione dei capigruppo, la seduta è stata spostata e si è aggiunto un consiglio: tutto salvaguardato"

20 febbraio - 12:34

In primo grado era stato condannato a tre mesi ma in appello l'avvocato Valer ha fatto cadere l'aggravante penale (che avrebbe potuto spingere la condanna fino a 4 anni e 6 mesi di reclusione). Nel giugno 2018 l'allora parlamentare leghista Segnana chiedeva l'espulsione e che Salvini attenzionasse l'uomo. Oggi è l'assessora alla sanità e l'uomo è seguito dagli assistenti sociali dell'Apss 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato