Contenuto sponsorizzato

Un mezzo perde il carico e ''insapona'' le strade nel bellunese. Rintracciato con le telecamere

Un risveglio particolare quello di ieri, venerdì 8 novembre, per alcuni cittadini nel bellunese che si sono trovati le arterie "insaponate". La strada tra Mas di Sedico e Ponte nelle Alpi sembrava innevata, ma in realtà un automezzo aveva perso lungo la strada dei tensioattivi

Pubblicato il - 09 November 2019 - 17:22

BELLUNO. La strada tra Mas di Sedico e Ponte nelle Alpi sembrava innevata, ma in realtà un automezzo aveva perso lungo la strada dei tensioattivi.

 

Un risveglio particolare quello di ieri, venerdì 8 novembre, per alcuni cittadini nel bellunese che si sono trovati le arterie "insaponate".

 

A chiarire il fenomeno è Jacopo Massaro, sindaco di Belluno, sulla sua pagina Facebook: "Quello che vedete nella foto - scrive il primo cittadino – non è neve. In molti stamattina ci hanno chiesto di sapere cosa fosse successo alle nostre nostre strade. Un automezzo ha perso dei tensioattivi per strada (pare tra Mas di Sedico e Ponte nelle Alpi passando per la Cerva e via Vittorio Veneto) e le ha quindi 'insaponate'. Nonostante non risultino particolarmente pericolose, anche grazie all’azione della pioggia e agli interventi effettuati, è opportuno percorrere le strade con un po’ di attenzione perché potrebbero essere più scivolose del solito".

 

Immediato l'arrivo di vigili del fuoco e dei tecnici di Arpav per analizzare la sostanza: le analisi hanno escluso conseguenze ambientali, mentre la polizia locale ha provveduto, mediante il ricorso alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, di individuare e rintracciare l'automezzo che ha effettuato lo sversamento. Un veicolo che appartiene a una ditta di Ponte nelle Alpi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 10:30

Nei giorni scorsi gli esercenti sono scesi in strada per manifestare la frustrazione per l'impossibilità di lavorare. La protesta aveva ricevuto solidarietà da tutto l'arco politico, ma la Pat non sarebbe intervenuta per sospendere il pagamento. L'ex presidente Rossi: "A Bolzano c'è una norma di esenzione, mentre quella del governo vale sul resto del territorio nazionale. Qui non si è intervenuti, così a pagare il conto sono i nostri esercenti"

17 January - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

17 January - 09:21

E' stato titolare per anni dell’osteria di vicolo Santa Maria Maddalena ed è anche stato tra i promotori del Palio delle Contrade di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato