Contenuto sponsorizzato

Un'autocisterna carica di Gpl scivola nel fosso. I vigili del fuoco lavorano sette ore nel padovano per travasare il gas e recuperare il mezzo

L'allerta è scattata intorno alle 18 di ieri quando un'autocisterna di Gpl è scivolata nel fosso in località Isola di Montagna a Piazzola sul Brenta. Immediato l'allarme e sul posto si sono portati tempestivamente i vigili del fuoco, l'operazione si è conclusa intorno all'1 di martedì 

Pubblicato il - 17 December 2019 - 11:53

PADOVA. Tanta paura nella serata di ieri, lunedì 16 dicembre, nel padovano, dove un'autocisterna è finita in un fossato a bordo strada.

 

L'allerta è scattata intorno alle 18 quando un'autocisterna di Gpl è scivolata nel fosso in località Isola di Montagna a Piazzola sul Brenta.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati tempestivamente i vigili del fuoco, i quali hanno subito isolato e messo in sicurezza l'area.

 

Un'operazione lunga e complicata per travasare il gas all'interno della cisterna e poi riportare il mezzo in strada per la rimozione.

 

L'intervento si è concluso intorno all'1 della notte tra lunedì e martedì con il recupero definitivo dell'autocisterna.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 17:41

Sono stati trovati 39 casi tra gli over 70 e 4 tra gli under 5. Ci sono 17 classi in isolamento. Oggi comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale. Sale il numero dei pazienti in terapia intensiva

16 January - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

16 January - 18:25

La società ha comunicato che da lunedì consegnerà all'Italia il 29% di filiale di vaccino in meno rispetto a quanto era stato stabilito dal contratto. Ad inizio della prossima settimana, intanto, riceveranno la seconda dose le persone che si sono vaccinate per prime il 27 dicembre scorso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato