Contenuto sponsorizzato

Valanga in Val dei Mocheni, slavina lunga 200 metri, due le persone trasportate al Santa Chiara. Soccorso alpino: ''Non ci sono altri coinvolti''

Tre le persone rimaste fortunatamente illese. La valanga si è staccata da cima Mut a quota 1.900 metri in zona Prati Imperiali

Pubblicato il - 12 febbraio 2019 - 13:43

FIEROZZO. La valanga che si è staccata poco dopo le 10.30 in zona Prati Imperiali sopra l'abitato di Fierozzo è stata bonificata dai soccorritori e il Soccorso alpino esclude la presenza di altre persone coinvolte. Una slavina di circa 200 metri di lunghezza che ha travolto cinque escursionisti, che fortunatamente non sono in pericolo di vita (Qui articolo). 

 

La valanga si è staccata in Val dei Mocheni da cima Mut sul Lagorai a circa 1.900 metri di quota, tre donne e due uomini, quattro dei quali trentini e uno straniero, si sono trovati in pericolo, ma fortunatamente sono riusciti a rimanere in superficie.

 

Gli escursionisti sono riusciti a riemergere autonomamente per uscire dalla coltre un po' acciaccati e doloranti: l'allarme è stato lanciato verso le 10.45 da una persona del gruppo.

 

I soccorsi sono entrati subito in azione e il coordinatore dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso alpino ha chiesto immediatamente l’intervento dell’elicottero che ha portato sul posto l’unità cinofila, il personale tecnico e l’equipe medica.

 

Le cinque persone sono state trovate in superficie, tre illese e riaccompagnate a valle a piedi, mentre due sono state trasportate all’ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti e approfondimenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 aprile - 12:03

Ieri la scoperta della polizia locale oggi emergono i dettagli dell'inchiesta: una ditta dell'Alta Valsugana aveva messo in piedi questo macabro business. I resti provenivano da cimiteri del Veneto

18 aprile - 06:01

Il critico d'arte sull'incendio: ''Tanti cantori di sventure pieni di dolore e sgomento per una cosa triste, ma fisiologica''. Sul palazzo delle Albere: ''Fondamentale riabilitarlo''

18 aprile - 07:27

Si tratta dei lavoratori che si occupavano dei pasti della residenza Fersina che restano a casa con la cessione dell'appalto di Dussman

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato