Contenuto sponsorizzato

Vandali in azione, tolta la testa alla statua della Madonna col Bambinello, la Sat: ''Assurdo e da ignoranti''

È successo a Cima Tombea e ad accorgersi di quello che è successo sono stati i soci della Sat di Storo domenica. Le due teste non sono state ritrovate 

Pubblicato il - 03 maggio 2019 - 10:20

STORO. La statua della Madonna e quella del bambinello entrambe con la testa mozzata. È successo a Cima Tombea e fare la brutta scoperta sono stati i soci della sezione Cai – Sat di Storo.

 

Qualche vandalo, durante le ultime festività, ha deciso di prendersela con la statua che raffigura la Madonna con il bambinello in braccio.

“Domenica – hanno spiegato dalla Sat di Storo – uno dei nostri è salito nella zone e si è trovato davanti la statua in queste condizioni. Qualcuno ha ipotizzato che potesse essere stato il peso della neve o qualche altro evento naturale ma si vede perfettamente che è stato un vandalismo anche perché le teste della Madonna e del bambinello non ci sono più”.

In questi giorni la statua verrà visionata per vedere come riparare al danno. “Quello che è stato fatto – conclude la Sat – è un atto assurdo e da ignoranti”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, sabato sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

22 settembre - 16:50

Zanetti è stato ritenuto “colpevole” di aver espresso solidarietà alla senatrice, recentemente passata da Forza Italia al nuovo gruppo fondato da Matteo Renzi, ma lui sottolinea: “Per capire serve cultura politica, c'è chi ce l'ha e chi no, per i secondi il silenzio è d'oro”

22 settembre - 14:57

Nelle sole due serate si sono superate le 22mila presenze. Alta la partecipazione anche a Poplar Cult nella fascia pomeridiana. Presenti persone di tutte le età e moltissime famiglie. Bocchio: "E' andato tutto bene e il successo di quest'anno dimostra un consolidamento del festival anche grazie al rapporto con le istituzioni". L'evento è stato seguito da Euregio Group che lo ha raccontato attraverso il Dolomiti, Radio Nbc, Radio Italia Anni 60 e Trentino Tv

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato