Contenuto sponsorizzato

Vanno addosso ad un muretto con l'auto, gettano il paraurti per strada e se ne vanno tranquillamente mangiandosi patatine

I due sono stati individuati dalla videosorveglianza del Comune di Tione ed ora sono stati anche sanzionati per abbandono di rifiuti con circa 100 euro di multa

Pubblicato il - 31 luglio 2019 - 12:54

PORTE DI RENDENA. Prima fanno un incidente finendo addosso ad un muretto poi gettano lungo la strada in paraurti distrutto e se ne vanno mangiandosi le patatine come nulla fosse.

 

Fortunatamente è stato un piccolo incidente e quindi non ci sono stati feriti. Il problema è che i due autori del fatto, dopo essere andati addosso al muretto in maniera autonoma hanno staccato il paraurti danneggiato gettandolo ai lati della strada, ovviamente staccando prima la targa, per poi proseguire.

 

Non hanno però fatto i conti con le videocamere. I due, infatti, sono stati individuati grazie alla videosorveglianza del Comune di Tione e sono stati poi sanzionati dalla Polizia delle Giudicarie per abbandono di rifiuti. Per loro una multa di circa 100 euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato