Contenuto sponsorizzato

Abbatte un nido e poi getta gli uccellini nati da poco nell'immondizia. Lipu: ''Crudeltà umana, premio da mille euro a chi fornisce informazioni certe sul colpevole''

E' successo a Vattaro e fortunatamente i piccoli sono stati trovati da un signore che li ha consegnati al centro di recupero Lipu

Pubblicato il - 27 June 2020 - 18:22

TRENTO. La Lipu di Trento è disposta a dare mille euro, garante l'anonimato, a chi fornisce informazioni sul soggetto che a Vattaro prima ha abbattuto un nido di balestruccio e poi ha buttato i piccoli vicino all'immondizia.

 

L'episodio è stato denunciato dal delegato Lipu per il Trentino Alto Adige Sergio Merz che, assieme ad altri volontari, si sta occupando dei piccoli al centro di recupero di Trento.

 

Credevamo di aver visto di tutto in merito alla cattiveria della specie umana, ma ci eravamo sbagliati” ha scritto in una nota.

 

Lipu denuncia il crescere preoccupante dell'intolleranza verso numerose specie animali, non solo verso i grandi predatori, come orsi, lupi, cinghiali ma anche purtroppo nei confronti di meravigliosi uccelli che si fanno migliaia di chilometri per venire a nidificare da noi anno dopo anno, sempre più rari.

 

“Invece che essere motivo di orgoglio – spiega la Lipu - in alcuni casi, sono poco tollerati a causa di qualche escremento che purtroppo anche loro devono lasciare. Basterebbe un colpo di scopa per pulire il tutto. Succede, che qualche non la voglio nemmeno chiamare persona, abbatta sistematicamente i nidi di rondini e balestrucci, pur essendo un reato penale, condannando a morte i piccoli nel nido”.

Un grave fatto è capitato a Vattaro, dove un nido di balestruccio è stato abbattuto e i 4 piccoli, abbandonati vicino ai cassonetti della spazzatura come si trattasse di un qualsiasi rifiuto. Per fortuna sono stati trovati da un signore del posto che li ha portati al centro Recupero Lipu di Trento, dove, viste le loro buone condizioni saranno sicuramente salvati.

 

“I commenti sarebbero migliaia – conitnua Merz - ma questo essere umano che ha poco di umano, va perseguito a norma di legge, anche se purtroppo risulta difficile risalire al colpevole. La lipu è disposta a premiare con mille euro a chi fornirà indicazioni certe per la sua identificazione garantendo l’anonimato”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 giugno - 20:22
Trovati 4 positivi, nessun decesso per il quarto giorno consecutivo. Sono state registrate 13 guarigioni. Sono 195 i casi attivi sul territorio [...]
Politica
16 giugno - 19:24
Il riferimento del primo cittadino va alle risposte date dall'allora assessore regionale competente, Noggler, a Claudio Cia e che, [...]
Cronaca
16 giugno - 16:53
La Pat oggi ha promosso un incontro con i sindaci per fare il punto sulla campagna e per condividere le strategie per aumentare la copertura troppo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato