Contenuto sponsorizzato

''Alzata l'Irpef per i più poveri. Qui i sindaci più pagati d'Italia'', il focus de Il Fatto Quotidiano sul Trentino leghista: ''Curioso aver rinunciato a 1 milione dall'Ue''

Un focus firmato da Lorenzo Giarelli, Dario De Luca, Paolo Pintus e Giacomo Salvini che analizza gli enti a guida Lega in Italia: "Da Nord a Sud: amministrazioni bloccate, scandali, spese pazze e leggi vergogna". Una guida "giocoforza incompleta del 'buongoverno' e delle sue imprese peggiori" commenta Il Fatto Quotidiano

Di Luca Andreazza - 18 febbraio 2020 - 17:18

TRENTO. "Altro che buongoverno: le 12 Regioni di destra tra guai e impresentabili". Questo il titolo de Il Fatto Quotidiano di martedì 18 febbraio. Un focus firmato da Lorenzo Giarelli, Dario De Luca, Paolo Pintus e Giacomo Salvini che analizza gli enti a guida Lega in Italia, che aggiunge: "Da Nord a Sud: amministrazioni bloccate, scandali, spese pazze e leggi vergogna". Una guida "giocoforza incompleta del 'buongoverno' e delle sue imprese peggiori".

 

Dalla Sicilia ("Quattro assessori sotto inchiesta. Per i vitalizi un taglio soft") al Piemonte ("Le gaffe dell'aumento alla giunta e un referendum pro-Salvini"), dall'Abruzzo ("Un bando da 225 mila euro va al fedelissimo della Meloni") alla Basilicata ("Bilancio bloccato, ospedali in tilt: da mesi è sulle nomine"), quindi il Molise ("In ginocchio le imprese edili che si occupano del post-sisma"). 

 

E ancora la Liguria ("Meno parchi, meglio il cemento. Bankitalia chiede lumi su Toti"), Sardegna ("Cemento libero sulle coste. E ora c'è anche la grana Air Italy") e Umbria ("Da mesi in esercizio provvisorio. Ma sale la spesa per Tesei&Co."). Ecco poi Veneto ("Gare su misura, sanità privata e hotel tra i vigneti del Prosecco"), Friuli Venezia Giulia ("La geniale idea di Fedriga: un muro anti-migranti al confine") e Lombardia ("Fontana è indagato insieme a un assessore e un consigliere"). 

 

Non manca il Trentino, accorpato all'Alto Adige perché nel Bel Paese la differenza non è così marcata come pensiamo, ma prende in considerazione il governo di piazza Dante: "Alzata l'Irpef per i più poveri. Qui i sindaci più pagati d'Italia". "Una questione di soldi. Quelli dei cittadini e quelli della Ue: utilissimi a finanziare la politica i primi, rifiutati i secondi", scrive Il Fatto Quotidiano. "L'estate scorsa la Giunta ha decretato un aumento del 7% dello stipendio dei sindaci della Regione, portando l'indennità del primo cittadino di Trento a superare di circa 1.500 euro gli 8.000 percepiti dai sindaci di Milano, Napoli e Roma" (Qui articolo).

 

Rinunciare a 1 milione di euro perché piuttosto che provare a integrare qualcuno meglio perdere i finanziamenti per tutti? A quanto pare la giunta Fugatti c'era riuscita (Qui articolo) e il quotidiano accende nuovamente i riflettori sul caso. "Curioso invece quanto successo a settembre: la giunta ha rinunciato a un milione di euro di fondi europei. Il motivo? Erano destinati a progetti per l'integrazione, come corsi di lingua italiana per stranieri e progetti di socializzazione". 

 

Piuttosto si è alzato l'Irpef alle fasce più deboli, un provvedimento varato nell'ultima finanziaria (Qui articolo). "Alla ricerca di finanziamenti, meglio pescare in casa: a Trento Fugatti ha alzato la soglia minima di esenzione Irpef a 20 mila euro rispetto ai 15 mila previsti in precedenza. Una tassa da circa 300 euro in più all'anno per chi dunque si trova in una delle fasce di reddito più basse". Questi i provvedimenti rimasti impressi a livello nazionale della Lega governativa in Trentino.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 gennaio - 21:48
L'allarme è stato lanciato attorno alle 20 e sul posto si sono recati  molti corpi dei vigili del fuoco della zona. Ancora sconosciuta la [...]
Cronaca
22 gennaio - 19:04
Daniela combatteva fin da bambina con una rara malattia neuromotoria e da qualche anno era costretta sulla sedia a rotelle: non ha però mai perso [...]
Cronaca
22 gennaio - 17:33
Il dramma è avvenuto nel primo pomeriggio lungo un sentiero verso Malga Lodranega in Val Breguzzo ma, al contrario di quanto diffuso dagli altri [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato