Contenuto sponsorizzato

Ancora doveva nascere ma aveva un tumore di 8 centimetri al collo: i medici la operano con il corpicino ancora nell'utero e salvano bimba e mamma

Giulia è nata nella notte tra sabato e domenica all'Ospedale Borgo Trento di Verona grazie a un'operazione eseguita con la tecnica Exit

Pubblicato il - 20 febbraio 2020 - 11:24

VERONA. Alla nascita pesava 3 chili e 300 grammi ma sul collo aveva un bruttissimo tumore, una massa di 8 centimetri che le schiacciava e deviava la trachea, creandole gravi difficoltà respiratorie. Rischiava la vita e con lei la rischiava la sua mamma visto che l'operazione eseguita con la tecnica in Exit è tutt'altro che una passeggiata. E invece grazie alla bravura dell'equipe di medici e infermieri dell'ospedale Borgo Trento di Verona stanno entrambe bene.

 

In 25 hanno seguito ed eseguito l'operazione seguendo, appunto, la ''ex utero intrapartum treatment'' e così la piccola Giulia è stata operata con solo la testa e il braccio fuori dall'utero materno mentre il resto del corpicino era ancora all'interno, nella placenta, con il cordone ombelicale collegato per non interrompere lo scambio ematico in quei difficili frangenti. 

 

L'operazione è avvenuta nella notte tra sabato e domenica con un giorno di anticipo rispetto a quanto programmato. La piccola, che altrimenti per la massa tumorale avrebbe avuto problemi respiratori, non ha avuto problemi di ossigeno proprio perché l'operazione è stata eseguita con la tecnica in Exit. Ora è salva e a pochi giorni di distanza dal parto sta bene. Come sta bene la sua mamma che dopo la conclusione dell'intervento ha potuto portare a termine il parto e ristabilirsi.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 12:06

Il bilancio resta a 296 morti, mentre i contagi salgono a 5.549 casi da inizio epidemia. Ci sono 106 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, mentre sono 8 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 25 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

22 ottobre - 13:20

E' successo in tarda mattinata e sul posto sono interventi i vigili del fuoco e le forze dell'ordine. Non si conoscono al momento le cause che hanno fatto scoppiare l'incendio 

22 ottobre - 12:45

Alberti è anche l’autore del celebre Cristo Silente, la grande scultura che si trova nelle acqua del Garda a porto San Nicolò. Oltre all’arte, la sua vita è stata dedicata alla famiglia e alla collettività, con l’impegno nel volontariato e in Consiglio comunale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato