Contenuto sponsorizzato

Attacco dell'Iran nella notte, missili contro le basi che ospitano militari americani. Trump: ''Va tutto bene, abbiamo l'esercito più potente del mondo''

L'attacco poco dopo l'una  (mezzanotte in Italia). Illeso il personale del contingente militare italiano ad Erbil che si è radunato in un'area di sicurezza. Il presidente americano su Twitter : "Stiamo facendo una ricognizione dei danni e delle vittime in queste ore. Finora va bene!"

Pubblicato il - 08 gennaio 2020 - 08:19

IRAQ. Teheran ha lanciato i missili di propria produzione Ghiam e Fateh contro le basi di Ayn al-Asad e di Erbil in Iraq che ospitano soldati americani e non solo. Un attacco iniziato poco dopo l'una di notte ( mezzanotte in Italia) come prima risposta all'uccisione del generale Qasem Soleimani, morto a poca distanza dall'aeroporto di Bagdad venerdì scorso. (QUI L'ARTICOLO)

 

Secondo le prime informazioni il bilancio è di almeno 80 vittime. Due le basi irachene, che ospitano soldati americani, prese di mira. Violento l'attacco contro la base Ayn al-Asad che è la più importante base americana in Iraq ed ospita circa 1500 soldati Usa e della coalizione. Illeso il personale del contingente militare italiano ad Erbil che si è radunato in un'area di sicurezza.

 

Più di una dozzina di missili balistici sono stati lanciati su Ain Al Asad e di Erbil. L’attacco è stato rivendicato dalle guardie della Rivoluzione islamica e lanciando l’operazione “Soleimani Martire”

Subito dopo l'attacco di questa notte, il capo delle forze armate iraniane, il maggiore generale Mohammad Baqeri, ha affermato che se gli Stati Uniti si vendicheranno contro l'Iran dopo gli attacchi contro le forze statunitensi in Iraq, la risposta di Teheran "sarà più forte e più schiacciante", secondo l'agenzia di stampa statale IRNA.

 

Non è mancato, anche in questo caso, un intervento sui social del presidente americano Donald Trump. "Va tutto bene - ha twittato Trump nella notte - Missili lanciati dall'Iran a due basi militari in Iraq. Stiamo facendo una ricognizione dei danni e delle vittime in queste ore. Finora va bene! Abbiamo le truppe più forti e meglio equipaggiate al mondo! Rilascerò una dichiarazione in mattinata".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

24 gennaio - 19:51

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 37 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 2 decessi, ma si aggiungono le 30 vittime in Rsa. Sono 47 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

24 gennaio - 17:45

Sale il numero dei pazienti in ospedale, stabile quello delle terapie intensive. Altri 2 decessi. Sono state registrate 7 dimissioni e 39 guarigioni nelle ultime 24 ore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato