Contenuto sponsorizzato

Aveva ucciso una persona ma era stato scarcerato ed espulso dall'Italia. Arrestato a Trento: aveva "avviato" una fiorente attività di spaccio

L'uomo era già noto alle cronache trentine, perché nel 2006 confessò l’omicidio di un transessuale sudamericano. Condannato a 14 anni di reclusione, ha scontato la pena ed è stato poi espulso dall’Italia, per poi farvi clandestinamente ritorno

Pubblicato il - 29 August 2020 - 12:00

TRENTO.  Nella serata di ieri, 28 agosto, la squadra mobile e l’ufficio immigrazione della Questura di Trento hanno arrestato E.N., cittadino albanese di 33 anni, già noto alle cronache trentine, perché nel 2006 confessò l’omicidio di un transessuale sudamericano. Condannato a 14 anni di reclusione, ha scontato la pena ed è stato scarcerato il 25 febbraio 2020, per poi essere espulso dall’Italia.

 

Ma l’uomo, in spregio al provvedimento, ha fatto rientro in Italia dall’Albania, utilizzando documenti falsi, trovando rifugio in un’abitazione ad Aldeno, in provincia di Trento. Nel comune a ridosso di Trento, situato sulla sponda a destra del fiume Adige, il trentatreenne ha avviato una fiorente attività di spaccio di sostanza stupefacente di cocaina.

 

Le indagini sono state avviate grazie ad una serie di segnalazioni pervenute dai residenti, infastiditi dagli schiamazzi provocati dall’insolito via vai di persone, che a tutte le ore del giorno e della notte, salivano e scendevano dall’abitazione del uomo.

 

Le verifiche svolte dagli investigatori, in collaborazione anche con l’Ufficio Immigrazione, una volta accertata l’identità dell’uomo, clandestino sul territorio italiano, hanno permesso di accertare che non si trattasse di incontri conviviali tra amici, quanto di appuntamenti tra pusher ed acquirenti per acquistare droga.

 

Pertanto, nella tarda serata di ieri la Squadra Mobile e l’ Ufficio Immigrazione della Questura di Trento, hanno atteso che l’uomo scendesse dall’abitazione. Una volta in strada lo hanno bloccato, trovandogli indosso alcune dosi di cocaina. Saliti nell’appartamento occupato dal trentatreenne, gli agenti hanno perquisito l’abitazione, rinvenendo 75 grammi di droga purissima, non ancora “tagliata”, nonché un bilancino di precisione.

 

Il trentatreenne è stato quindi arrestato per possesso di sostanza stupefacente finalizzata all’illecita vendita nonché per aver fatto rientro in Italia, una volta espulso dal questore di Trento, senza alcuna autorizzazione.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 19:36
Trovati 13 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 38 guarigioni. Sono 1.342 i casi attivi sul territorio provinciale
Ambiente
19 aprile - 18:35
L'incontro tra il plantigrado e l'escursionista, documentato da un video pubblicato da quest'ultimo su Facebook, è avvenuto ieri fra i boschi [...]
Cronaca
19 aprile - 19:27
Le ricerche erano cominciate già ieri ma si erano concluse senza esito. Questa mattina il corpo dell'animale è stato trovato purtroppo senza vita
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato