Contenuto sponsorizzato

Carcere di Trento, un agente aggredito con pugni e manico di scopa

A denunciare l'episodio è stato il Sappe, Sindaco autonomo di polizia penitenziaria. Il detenuto aggressore è un 22enne già conosciuto per i comportamenti violenti

Pubblicato il - 02 marzo 2020 - 08:55

TRENTO. Momenti di tensione all'interno del carcere di Spini di Gardolo dove, sabato pomeriggio, un agente di polizia penitenziaria, è stato aggredito da un detenuto. A denuncialo è stato il sindacato autonomo di polizia penitenziaria (Sappe).

 

Il fatto sarebbe avvenuto alle 17.30 di sabato. Il detenuto, 22enne di origine straniera, “ ha violentemente aggredito, colpendolo con pugni e con manici di scopa, un agente di Polizia Penitenziaria” ha spiegato il segretario del sindacato Massimiliano Rosa. “E' conosciutissimo – ha spiegato - per la sua indole violenta, aggressiva, provocatoria ed insofferente alle regole penitenziarie, già sottoposto al regime di sorveglianza particolare previsto dall’articolo 14bis dell’Ordinamento penitenziario per fatti analoghi”.

 

Situazioni che li hanno portato centinaia di rapporti disciplinari ed una infinità di segnalazioni all’Autorità Giudiziaria per minacce, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, aggressioni, danneggiamento e lesioni ai danni dei poliziotti penitenziari.

 

Visto la grave condotta del 22enne detenuto sarebbe stato chiesto al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria l’allontanamento dal carcere di Trento verso una sede più idonea. Il poliziotto ferito ha riportato una prognosi di 7 giorni per traumi e tumefazioni al viso, in particolare zona zigomo occipitale, spalla e costato. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato