Contenuto sponsorizzato

Cerca di raggiungere la vetta ma viene colto da una crisi di panico, gli agenti di polizia lo portano in salvo

L’uomo, in ipotermia, dopo aver ricevuto le prime cure, è stato messo su una barella per poi essere agganciato al verricello dell’elicottero in volo e trasportato in ospedale

Pubblicato il - 14 febbraio 2020 - 13:19

TRENTO. Era partito dal Passo S. Pellegrino per risalire, in fuori pista, la nordica del col Margherita ma, colto dalla paura, non è più riuscito ad andare avanti e ha chiesto aiuto. Ad intervenire sono stati gli agenti della polizia di stato del distaccamento di Sicurezza e Soccorsi in montagna.

 

A San Pellegrino un praticante dello sci-alpinismo era partito, come già detto, dal Passo S. Pellegrino per risalire, fuori pista, la nordica del col Margherita. Giunto a 100 metri dalla vetta, a circa 2.600 metri, è stato colto da crisi di panico perché il manto nevoso era ghiacciato ed affioravano le rocce dalla neve.

L’uomo, un 62 enne altotesino, incapace di procedere lungo la propria via, ha quindi chiesto aiuto. Gli agenti della polizia di stato, vista la zona impervia, con non poca difficoltà si sono calati con delle corde lungo il fuori pista, riuscendo a raggiungere lo sciatore in difficoltà.

 

L’uomo, in ipotermia, dopo aver ricevuto le prime cure, è stato messo su una barella per poi essere agganciato al verricello dell’elicottero in volo e trasportato in ospedale.  “Questo episodio, comune a molti altri che avvengono durante il servizio svolto dalla Polizia di Stato sulle piste da sci - commenta il vice Questore Salvatore Ascione - denota come il ruolo e la funzione del personale che svolge il servizio di Sicurezza e Soccorso in montagna, non si declina solo nella fase della prevenzione, ma svolge un ruolo fondamentale anche nel soccorso e nella gestione della sicurezza delle montagna”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato