Contenuto sponsorizzato

Città vuote e arrivano gli sciacalli: a Bolzano un uomo sfonda una vetrina con un sasso e ruba 1.500 euro di merce ma un cittadino dà l'allarme

I fatti sono successi ieri pomeriggio. L'uomo ha avvolto la pietra nel maglione e poi si è introdotto nel negozio per ben due volte pensando di avere tempo ma un residente lo ha visto e ha chiamato il 112 

Pubblicato il - 30 marzo 2020 - 10:34

BOLZANO. Ha avvolto il sasso con un maglione e lo ha scagliato contro la vetrina del negozio sfondandola, per poi tentare di arraffare quel che poteva. Fortunatamente, però, il rumore dei vetri infranti ha allertato un cittadino che si è affacciato dal balcone e ha chiamato subito il 112. 

 

Purtroppo succede anche questo. Con il coronavirus che costringe tutti a casa, le città deserte e le strade vuote c'è chi cerca di approfittarne compiendo atti di vero e proprio sciacallaggio. Ieri pomeriggio è successo a Bolzano. Un 35enne cittadino marocchino, infatti, ha scelto il negozio da colpire e approfittando della chiusura dell'esercizio commerciale ha sfondato la vetrina con una pietra. Per evitare di farsi male e di fare troppo rumore ha avvolto il sasso, raccolto a bordo strada, con il maglione e lo ha usato per rompere il vetro della porta d'ingresso.

 

A quel punto si è introdotto nel locale per ben due volte, sicuro di avere tempo e di poter arraffare quanta più merce possibile, portando via materiale informatico, schede Sim e altri prodotti, per un valore di oltre millecinquecento euro. L'uomo, probabilmente, era convinto di poter fare tutto con calma se ha deciso anche di rientrare una seconda volta nel negozio, armato di sacchi di plastica, ma fortunatamente, il rumore della vetrina infranta ha attirato l’attenzione di un cittadino affacciato ad un balcone che, prontamente, ha contattato il 112 Nue.

 

La volante della polizia, giunta celermente, ha subito individuato il reo descritto dal segnalante, che aveva seguito ogni suo spostamento. Gli agenti, bloccato il ladro non lontano dall’esercizio commerciale con due sacchi neri della spazzatura pieni di materiale elettronico, hanno verificato che avesse con sé tutta la refurtiva sottratta e con l’evidenza dei fatti e la conferma delle riprese dell’impianto di videosorveglianza, lo hanno dichiarato in arresto per furto aggravato.

 

L’uomo, un trentacinquenne irregolare sul territorio e gravato da innumerevoli precedenti penali, è stato portato nella locale casa circondariale, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 18:47

Ancora nulla di definito in Trentino rispetto al Dpcm comunicato in giornata dal presidente Giuseppe Conte. Il presidente Maurizio Fugatti: "Stiamo lavorando all'ordinanza. Pensiamo che se ci sono i protocolli per tenere bar e ristoranti aperti a pranzo, si possa chiudere dopo cena". Sulla didattica a distanza, invece, il Trentino tira dritto. "Il comitato scientifico ci ha detto che possiamo proseguire così"

25 ottobre - 14:02

Sarebbe stato un malore a portarsi via Nicola Bevilacqua di 36 anni. E' successo a Valdagno e l'uomo sarebbe stato colpito da un arresto cardiocircolatorio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato