Contenuto sponsorizzato

Conto da 13 mila euro alla titolare di un negozio per mancati pagamenti ma gli errori sono del commercialista che viene condannato

La donna si è vista recapitare gli avvisi di accertamento da Inps e Agenzia delle Entrate. Mancavano dei pagamenti e gli errori erano del commercialista responsabile nei confronti del proprio cliente 

Pubblicato il - 01 novembre 2020 - 09:20

ROVERETO. Si era affidata ad un commercialista per essere sicura che le cose venissero fatte in maniera giusta ma alla fine si è trovata con gli accertamenti dell'Inps e dell'Agenzia delle Entrate e un conto di oltre 13 mila euro da pagare.

 

E' successo ad una commerciante di Rovereto. Una titolare di un negozio che per evitare pasticci si è affidata ad un professionista. Sembrava che tutto andasse bene fino a quando, però, le sono arrivate a casa delle contestazioni per dei mancati pagamenti.

 

Nello specifico caso il commercialista, dopo aver ammesso gli errori e assumendosi le proprie responsabilità, aveva deciso di versare all'imprenditrice 10 mila euro.

 

Per i restanti oltre 3 mila euro, però, la donna ha dovuto rivolgersi anche al giudice di pace di Trento. Il giudice ha spiegato che il commercialista si deve ritenere responsabile nei confronti del proprio cliente e lo ha quindi condannato al pagamento della restante somma.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 gennaio - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 gennaio - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 gennaio - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato