Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in 30 giorni sono stati contagiati dal Covid 82 lavoratori. Tra i più colpiti rimangono gli operatori socio-sanitari

E’ quanto emerge dal decimo report nazionale elaborato dall’Inail. I contagi da coronavirus avvenuti sul luogo del lavoro sono stati 82 nel mese di ottobre 

Pubblicato il - 23 November 2020 - 17:24

TRENTO. Gli operatori socio-sanitari, è questa la figura più colpita dagli infortuni sul lavoro da Covid-19 riconosciuti dall'Inail. I dati sono contenuti nel monitoraggio dell'istituto che viene fatto mensilmente.

 

Quella che da molti è stata chiamata convivenza con il virus, negli ultimi mesi ha portato continui contagi in ambiente lavorativo. Per quanto riguarda il Trentino, al 31 ottobre di quest'anno sono state 1320 le denunce di infortunio sul lavoro a seguito di Covid-19 segnalate all’Inail.


Casi di positività di lavoratori contagiati al lavoro e rimasti poi a casa. Per quanto riguarda la provincia di Trento, rispetto alla data di rilevazione del 30 settembre, le denunce di infortunio sul lavoro da Covid-19 sono aumentate di 90 casi con 82 avvenuti a ottobre.

 

Analizzando le professioni, il 99,4% dei casi vedono coinvolti operatori socio-sanitari; tra i tecnici della salute l'84,5% sono infermieri per poi passare agli operatori socio assistenziali a quelli dell'istruzione, delle case di riposo e gli ausiliari ospedalieri.


Purtroppo si registrano anche due decessi tra i lavoratori della gestione Industria e servizi. Le donne sono le più colpite e la fascia d'età maggiormente coinvolta va dai 50 ai 64 anni.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 January - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 January - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato