Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Alto Adige, giornata drammatica con 16 morti e aumentano le terapie intensive. Ma dopo lo screening di massa, crolla il rapporto contagi/tamponi

Sono stati analizzati 1.414 tamponi per 160 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 11,3%. Altri 16 morti, il bilancio sale a 195 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 490 decessi da inizio epidemia. Sono 21.620 le persone che hanno contratto il coronavirus da marzo

Di L.A. - 24 novembre 2020 - 11:49

BOLZANO. Un bilancio drammatico di 16 morti nelle ultime 24 ore. E 160 nuovi positivi. Si abbassa sensibilmente il rapporto contagi/tamponi che crolla dopo molte settimane verso il 10%. Ci sono 18 persone in meno nei normali reparti ospedalieri, ma sale il numero dei pazienti in terapia intensiva. Questo il bollettino odierno di oggi, martedì 24 novembre, per quanto riguarda l'emergenza coronavirus in Alto Adige.

 

Sono stati analizzati 1.414 tamponi per 160 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 11,3%. Altri 16 morti, il bilancio sale a 195 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 490 decessi da inizio epidemia. Sono 21.620 le persone che hanno contratto il coronavirus da marzo.

 

Sono 313 (-18) le persone ricoverate nei normali reparti ospedalieri144 nelle strutture private convenzionate 86 (+1) pazienti in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Sono 40 (+2) i cittadini che ricorrono alle cure della terapia intensiva. Attualmente invece sono 9.958 le persone in quarantena.

 

A livello provinciale a oggi (23 novembre) sono stati effettuati in totale 297.388 tamponi su 145.395 persone. I dati sono importanti sul territorio altoatesino, ma la campagna di screening di massa ha permesso all'Alto Adige di riprendere il controllo della situazione e il rapporto contagi/tamponi dimezzato è il risultato di questa operazione. Un progetto che in 3 giorni ha portato la Provincia a testare 352.176 cittadini e identificare 3.380 positivi, un tasso di infezione dell'1%.

 

I numeri in breve:

Tamponi effettuati ieri (23 novembre): 1.414

Nuovi casi positivi: 160

Numero delle persone testate positive da PCR al coronavirus: 21.620 

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 297.388 

Numero delle persone sottoposte al test PCR: 145.395 (+342)

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 315

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate: 144

Pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes: 86 (75 a Colle Isarco e 11 a Sarnes)

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 40

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 490 (+16)

Persone in isolamento domiciliare: 9.958 (delle quali 9 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 46.645 (delle quali 1.494 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 56.603

Persone guarite: 9.474 (+103). A queste si aggiungono 1.270 (+8) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Totale: 10.744 (+111) 

Collaboratori dell'Azienda sanitaria positivi al test: 858, 549 guariti (al 14.11)

Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta positivi: 32, 28 guariti (al 14.11)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato