Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Alto Adige, quasi 300 casi e altri 2 decessi in 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi resta superiore al 10%

Un trend che si conferma alto in provincia di Bolzano. Sono stati analizzati 2.566 tamponi, 298 i testi risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che sale all'11,6%. Quasi 7 mila persone sottoposte a misure di isolamento

Di L.A. - 29 ottobre 2020 - 10:55

BOLZANO. Altri 298 contagiati e 2 morti. La situazione epidemiologica in Alto Adige appare sempre complicata e sale il numero dei pazienti ricoverati a causa del coronavirus.

 

Un trend che si conferma alto in provincia di Bolzano. Sono stati analizzati 2.566 tamponi, 298 i testi risultati positivi per un rapporto contagi/tamponi che sale all'11,6%. Nella giornata di ieri sono invece stati comunicati 190 infetti e 4 morti a causa dell'emergenza (Qui articolo). 

 

Resta stabile il numero delle persone sottoposte a isolamento domiciliare: 6.666 unità. Ci sono 133 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 60 quelli nelle strutture private convenzionate, mentre sono 15 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 42 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco. Il bilancio sale a 7.485 casi 306 morti da inizio epidemia.

 

Nel frattempo sono stati comunicati anche tre nuove positività nelle scuole italiane in Alto Adige. Un caso è stato segnalato alla scuola professionale per l'artigianato e l'industria "Luigi Einaudi" di Bolzano, altri due casi vengono attribuiti al Liceo scientifico sportivo "Toniolo" di Bolzano, dove due classi sono state poste in quarantena. Il "Toniolo", a seguito della recente ordinanza provinciale, ha attivato la modalità della didattica a distanza per tutte le classi del triennio.

 

Il Trentino nella giornata di ieri ha fatto invece registrare 5 morti e 191 positivi e un rapporto contagi/tamponi intorno al 7% (Qui articolo).

 

I numeri in breve:

Tamponi effettuati ieri (28 ottobre): 2.566 

Nuovi casi positivi: 298

Numero delle persone testate positive al coronavirus: 7.485 

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 227.707 

Numero delle persone sottoposte al test: 117.659 (+1.203)

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 133

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate: 60

Pazienti Covid-19 in isolamento nella struttura di Colle Isarco: 42

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 15

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 306 (+2) 

Persone in isolamento domiciliare: 7.313 (delle quali 7 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 26.859 (delle quali 1.529 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 34.172

Persone guarite: 2.962 (+0). A queste si aggiungono 941 (+3) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test. Totale: 3.903 (+3)

Collaboratori dell'Azienda sanitaria positivi al test: 314 , 231 guariti   
Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta positivi: 17 (15 guariti)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 04:01

Flavia è la sorella di una malata di tumore della Val di Sole. Da martedì 1 dicembre sarà costretta ad accompagnarla a Trento, perché il Day hospital oncologico di Cles è stato chiuso. La Provincia infatti non ha voluto mantenerlo aperto dopo l'uscita di scena dell'oncologo che se ne occupava. "Dirigenti e funzionari, ricordatevi che davanti a voi avete persone con la propria dignità, non avete davanti burattini che potete spostare da un teatro all'altro"

30 novembre - 19:11

In Trentino c'è l'associazione Ama che grazie ai gruppi di auto mutuo aiuto è un sostegno fondamentale per tante famiglie. Qui la testimonianza di una famiglia letta per Ama da Giacomo Anderle

01 dicembre - 08:48

L'incendio a Levico è avvenuto nella zona di Quaere. Sulle cause sono in corso le verifiche da parte delle forze dell'ordine e non si esclude il dolo. Oltre cento vigili del fuoco sono stati impegnati, invece, per spegnere le fiamme che hanno avvolto un altro fienile a Curon 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato