Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in chirurgia a Feltre: ''Garantiti solo gli interventi d'urgenza''. Salgono a 360 i casi positivi in Veneto

L’attività chirurgica dell’ospedale di Feltre è momentaneamente rimodulata con la temporanea sospensione delle attività a scopo preventivo. Sono in corso indagini epidemiologiche per la ricostruzione dei contatti di un caso positivo al coronavirus

Di Luca Andreazza - 04 marzo 2020 - 12:48

FELTRE. Un contagio da coronavirus nel reparto di chirurgia dell'ospedale Santa Maria del Prato. Alcuni dipendenti della divisione sono in isolamento domiciliare perché sono venuti a contatto con una persona positiva.

 

La direzione ospedaliera si è trovata, così, costretta a rimodulare gli interventi chirurgici e vengono garantite solo le operazioni d'urgenza

 

L’attività chirurgica dell’ospedale di Feltre è momentaneamente rimodulata con la temporanea sospensione delle attività a scopo preventivo. Sono in corso indagini epidemiologiche per la ricostruzione dei contatti di un caso positivo al coronoavirus.

 

"A scopo precauzionale - spiega la dottoressa Marianna Lorenzoni, direttore medico dell'ospedale di Feltre - alcuni operatori sanitari sono in isolamento domiciliare, pertanto si è resa necessaria la rimodulazione dell’attività. Gli utenti interessati dalla riorganizzazione saranno informati della riprogrammazione degli interventi".

 

Salgono a 360 i casi positivi, l'aggiornamento è della Regione, alle 8 di questa mattina, mercoledì 4 marzo. Rispetto all'ultimo dato delle 17 di ieri, quando se n'erano registrati 333.

 

I ricoverati sono 99 (+18), di cui 23 sono in terapia intensiva (+4), e con 9 dimissioni. Si registra rispetto a ieri un morto in più all'ospedale di Venezia; altri due morti sono valutati per cause diverse dal coronavirus. L'area più colpita è quella di Treviso e provincia, con 93 casi, invariati rispetto a ieri, che supera il focolaio di Vò Euganeo, con 90 casi in aumento (+1) rispetto a ieri. Seguono Padova escluso Vò (58, +16), Venezia escluso Mirano (53, +6), il focolaio di Verona (22, +4), quello di Limena (14), Vicenza (11, +2), il focolaio di Mirano (7), Belluno (4) e Rovigo (3, +2). Altri tre casi (-3) sono in corso di assegnazione.

 

I CLUSTER DEL VENETO 
Vo' Euganeo 90 casi
Vicenza Provincia 11 casi
Verona Provincia 22 casi
Venezia Provincia (escluso focolaio Mirano-Dolo) 53 casi
Treviso Provincia 93 casi
Padova Provincia (escluso focolai Vo' e Limena) 58 casi
Mirano (Dolo) 7 casi
Limena 14 casi
Belluno Provincia 4 casi
Rovigo Provincia 3 caso

Casi collegati a focolai lombardi 2 casi
Indagine epidemiologica in corso 3 casi

I RICOVERATI IN OSPEDALE
Azienda ospedaliera di Padova 37 pazienti
Azienda ospedaliera di Verona 4 pazienti
Ospedale di Treviso 24 pazienti
Ospedale di Mestre 8 pazienti 
Ospedale di Venezia 10 pazienti
Ospedale di Mirano 1 paziente
Ospedale di Dolo 1 paziente
Ospedale di Vicenza 5 paziente
Ospedale di Legnago 3 paziente
Ospedale di Rovigo 4 paziente
Ospedale Sacro Cuore Don Calabria Negrar 2 pazienti

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 aprile - 12:21
Nel corso dell'emergenza Covid le persone hanno dovuto rispettare il periodo di isolamento a causa del contagio o del contatto di una persona [...]
Cronaca
12 aprile - 12:11
Ennesimo brutto risveglio per il Centro sociale dei Solteri. La struttura che ospita diverse realtà associative, tra cui il Gruppo sportivo e gli [...]
Società
11 aprile - 21:22
Il segretario del Trentino Alto Adige dell'associazione nazionale medici d'azienda e competenti, Azelio De Santa, spiega perché il vaccino [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato