Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, giornata difficile: 3 morti e rapporto contagi/tamponi che sale all'1,70%

Ci sono 10 persone che hanno manifestato i sintomi negli ultimi 5 giorni. A questi si aggiungono altri due cittadini che presentano l'infezione. Il Trentino si porta così complessivamente a 5.412 casi e 465 decessi da inizio emergenza coronavirus

Di Luca Andreazza - 26 maggio 2020 - 17:38

TRENTO. Giornata difficile in Trentino per l'emergenza coronavirus. I dati non sono quelli ancor più drammatici della fase più acuta di Covid-19, ma sono alti e paragonabili a quelli di due settimane fa. Continuano a salire i morti: sono 3 i decessi comunicati oggi, martedì 26 maggio, mentre sono 12 i nuovi positivi.

 

Ci sono 10 persone che hanno manifestato i sintomi negli ultimi 5 giorni. A questi si aggiungono altri due cittadini che presentano l'infezione. Il Trentino si porta così complessivamente a 5.412 casi e 465 decessi da inizio emergenza coronavirus.

"Sono 10 le persone che hanno manifestato sintomi negli ultimi 5 giorni, nessun caso è stato registrato nelle Rsa. Consideriamo che questo dato ci garantisce la stabilizzazione del contagio. Restano 3 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, ulteriormente in calo", commenta il presidente Maurizio Fugatti.

 

tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari) per un rapporto contagi/tampone che si porta quasi al 2%, 1,70% per la precisione. 

 

Dopo 5 giorni, il rapporto non solo ritorna, purtroppo, sopra l'1% ma si avvicina al 2%, un dato che l'ultima volta è stato registrato due settimane fa. 

 

Nelle ultime 24 ore c'è un positivo in Alto Adige a fronte dell'analisi di 389 tamponi. Ancora zero decessi sul territorio altoatesino. 

 

Il numero delle persone positive al test del coronavirus si porta a quota 2.593, mentre sono 291 i morti legati a Covid-19. 

Ci sono 30 persone ricoverate nelle strutture dell'Azienda sanitaria, compresa la base logistica di Colle Isarco, e ci sono 32 pazienti che sono seguiti come casi sospetti. Rimangono 3 i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva. Attualmente ci sono 2 pazienti altoatesini ricoverati in reparti di terapia intensiva in cliniche in Austria. In isolamento domiciliare o quarantena obbligatoria ci cono 553 cittadini (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 19:33

Il Comune di Grigno vuole offrire la possibilità a tutti i 2200 abitanti di fare il tampone, ora si attente il via libera della Provincia. Il sindaco Voltolini: “Abbiamo già uno spazio e la disponibilità di medici e infermieri volontari, basta che ci mandino i test necessari. Lo screening di massa? Strumento fondamentale per la gestione della pandemia

25 novembre - 16:22

Fugatti valuta se riaprire le scuole dopo il 3 dicembre, ma avverte: “Se il Governo nel suo Dpcm prevede che non si possano aprire noi dobbiamo adeguarci anche se siamo una Provincia autonoma”. Ruscitti assicura che anche i test antigenici vengono tenuti in considerazione per mettere le classi in quarantena e che le scuole sono tenute informate delle positività

25 novembre - 18:21

E' grande il cordoglio in Trentino per la scomparsa di una figura di primo piano per il territorio, un grande impegno che l'ha portato a essere insignito del titolo di "Maestro del lavoro" nel 2007

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato