Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, situazione ancora drammatica: altri 14 morti e i nuovi contagi ritornano a salire

Complessivamente le vittime per complicanze legate a Covid-19 sul territorio salgono a 187 per un totale di 315 morti a livello regionale. Il presidente Fugatti: "Questo week end e la settimana prossima sono determinanti per sconfiggere questo virus"

Di Luca Andreazza - 02 aprile 2020 - 17:53

TRENTO. Più 114 nuovi positivi per un totale di 2.785 i contagi da coronavirus in Trentino. Sono 14 i nuovi decessi. Complessivamente le vittime per complicanze legate a Covid-19 sul territorio salgono a 187 per un totale di 315 morti a livello regionale.

 

"I numeri sono oggettivamente negativi. Questo week end e la settimana prossima - dice il presidente Maurizio Fugatti - sono determinanti per sconfiggere questo virus. Il messaggio è quello di restare a casa e rispettare le regole".

 

I casi oggi, 114 persone con 14 morti, seguono i 97 contagi con 9 decessi di ieri, 45 casi con 17 morti di martedì 31 marzo, i 102 positivi con 18 vittime di lunedì 30, 87 casi con 9 decessi di domenica 29, i 104 con 18 vittime di sabato 28, i 114 con 16 decessi di venerdì 27 e i 121 con 12 morti di giovedì 26. E ancora i 177 casi con 18 vittime di mercoledì 25, quindi i 214 (martedì 24 con 15 morti), 131 (lunedì 23) e 173 (domenica 22), mentre il dato più alto in termini di nuovi contagi è stato toccato sabato 21 con 239 casi e 15 decessi.

 

Nel frattempo il sindaco di Rovereto, Francesco Valduga, esprime vicinanza ai residenti, ai familiari e a tutto il personale che a vario livello opera nella Rsa dopo aver ricevuto notizia dalla presidente Daniela Roner di casi Covid-19 al quinto piano della struttura di via Vannetti.

Nel prendere atto della piena collaborazione che è stata immediatamente attivata con l'Azienda provinciale per i servizi sanitari e delle misure che sono state assunte per arginare l'estendersi del contagio (compresi i tamponi al personale), il sindaco resta in stretto contatto con i vertici della Rsa per conoscere l'evolversi della situazione.

 

In Alto Adige invece sono 45 i casi positivi in più e 8 vittime. E' questo il nuovo incremento registrato in provincia con i numeri di contagiati e morti che salgono rispettivamente a 1.443 e 128. A comunicarlo è l'Azienda sanitaria altoatesina, impegnata ad accertare quotidianamente il numero delle persone positive esaminando 724 tamponi.

 

Sono 251 sono i pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti dei 7 ospedali dell'Azienda sanitaria altoatesina e nella base logistica dell'esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco. Altre 22 sono le persone in cura alla clinica Villa Melitta e altre 4 nella clinica Bonvicini

 

Sono 54 sono le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva. Ad oggi ci sono inoltre 11 pazienti in reparti di terapia intensiva in Austria e Germania. Il numero dei decessi, come detto, ha visto un incremento di 8 unità, con 84 persone decedute negli ospedali e il resto, 44, nelle case di cura. Sono 3.025 le persone che si trovano attualmente in quarantena obbligatoria o in isolamento domiciliare.

 

Gli operatori dell'Azienda sanitaria positivi al test del coronavirus sono 161 persone. A questi si aggiungono 10 tra i medici di medicina generale e 2 tra i pediatri a scelta. Le persone guarite, invece, sono 165.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 13:50

L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno nell'area della val di Ledro. In azione le unità del soccorso alpino e l'elicottero con l'equipe medica. Per il base jumper però non c'è stato nulla da fare

21 ottobre - 13:31

E' successo a Valdagno, in provincia di Vicenza. L'uomo ha spiegato di avere una sorta di "dipendenza psicologia" dal sesso. Ora il giudice ha chiesto una perizia psichiatrica 

21 ottobre - 10:28

Il fatto piuttosto bizzarro è avvenuto a Boscomantico, a pochi chilometri da Verona. Un gatto curioso è rimasto incastrato in un buco di un arredo da giardino. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco per toglierlo dai guai

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato