Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, "Non aveva ricevuto ancora la prima dose", AstraZeneca sulla morte del volontario del vaccino anti-covid spiega: ''Nessuna preoccupazione''

Prima la notizia della morte di un volontario per il vaccino di Oxford e poi la precisazione riportata dall'agenzia Bloomberg: "Il partecipante che è morto durante una sperimentazione del vaccino Covid-19 di AstraZeneca in Brasile non aveva ricevuto la dose"

Pubblicato il - 22 ottobre 2020 - 09:12

TRENTO. L'attesa per un vaccino contro il Covid19 è alta e proprio in questi giorni continuano a riconcorrersi le voci, spesso smentite, su quando potrebbero arrivare le prime dosi.

 

Quello che è certo sta nel fatto che saranno fondamentali i risultati che arriveranno tra qualche settimana dalle sperimentazioni di Oxford con AstraZeneca e poco dopo con Pfizer. Il vaccino britannico rappresenta una grande speranza anche in Italia ed è quello sul quale stanno scommettendo di più gran parte dei Paesi europei.

 

Giustificati quindi i timori che sono arrivati ieri sera quando una tra le più importanti agenzie di stampa internazionali, la Reuters, ha battuto la notizia di un volontario della sperimentazione clinica per il vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca/Oxford che avrebbe perso la vita in Brasile. (Qui l'agenzia) (Qui l'articolo)

La notizia è stata ripresa da tutti i mass media e all'interno la Reuters citava l'autorità sanitaria brasiliana Anvisa. Se infatti confermata avrebbe significato certamente un rallentamento nella elaborazione di un vaccino contro il coronavirus.


Sulla vicenda, però, nelle successive ore si è creato un vero e proprio giallo che è stato poi in parte chiarito dall'agenzia Bloomberg che, riprendendo la notizia, ha spiegato che il volontario si era iscritto per la sperimentazione ma non aveva ancora ricevuto la dose. (Qui l'agenzia)

Da parte della multinazionale AstraZeneca non sono arrivate conferme o meno sulla vicenda ma solo la precisazione che le valutazioni che sono state effettuate “non hanno condotto ad alcuna preoccupazione in merito alla continuazione dello studio in corso” per la sperimentazione del vaccino.

 

Secondo le ultime informazioni fornite, quindi, non ci sarebbe alcun nesso tra il vaccino e la morte del volontario. Attualmente proseguono senza problemi i test finali della fase 3 su questo candidato vaccino.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 29 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 novembre - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 novembre - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato