Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, padre e figlio nuotano nell'Adige (IL VIDEO) ma vengono beccati e denunciati dai carabinieri

E' successo sopra Verona. Il padre si sarebbe giustificato dicendo che suo figlio voleva nuotare. Un comportamento doppiamente irresponsabile perché gli ospedali sono già pieni e gli operatori tutti in prima linea per salvare vite umane e combattere il Covid-19: se fosse successo loro qualcosa avrebbero messo ancor più in difficoltà il sistema

Pubblicato il - 20 marzo 2020 - 12:45

VERONA. Non era la prima volta, negli ultimi giorni, che arrivavano segnalazioni da quella zona: delle persone venivano avvistate nelle acque dell'Adige intente a nuotare. Qualcosa di incredibile ma che al controllo di ieri della polizia è risultato essere vero. Nel pomeriggio, infatti, le forze dell'ordine si sono recate sul luogo della chiamata, all'altezza dell'abitato di Parona in un punto dove il fiume forma una grossa ansa che corre vicina a via Barucchi, e davanti ai carabinieri della locale stazione si sono mostrate due persone che stavano nuotando nelle acque del fiume.

 

 

 

 

Un comportamento totalmente irresponsabile, ovviamente non permesso in questo momento di emergenza dove si invitano le persone a stare a casa, ma ulteriormente censurabile anche perché gli ospedali sono pieni e medici e infermieri stanno già vivendo delle situazioni oltre ogni limite. Se per caso queste persone dovessero farsi male, quindi, andrebbero a mettere ancor più in difficoltà chi in questi giorni sta facendo di tutto per salvare vite e aiutare la comunità a non perdere la speranza (come spiegava a ilDolomiti un operatore sanitario dell'Ospedale di Verona).  

 

Raggiunti dai carabinieri i due che nuotavano sono risultati essere padre e figlio rispettivamente di 49 anni e di 17. Il padre si sarebbe giustificato dicendo che era stato il figlio a chiedergli di andare a nuotare e che lui si sarebbe limitato ad accontentarlo. A quel punto è scattata la denuncia delle autorità per violazione dell'articolo 650 del codice penale e una sonora ramanzina per entrambi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato