Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, scoperta una variante italiana di Covid-19: circola da agosto e sequenziata il mese scorso per verificare un'anomalia della carica virale

L'annuncio all'Adnkronos Salute è di Arnaldo Caruso, presidente della società italiana di virologia, ordinario di microbiologia e microbiologia clinica all'università di Brescia, direttore del Laboratorio di microbiologia dell'Asst Spedali Civili

Pubblicato il - 28 dicembre 2020 - 20:24

TRENTO. C'è una variante italiana di Covid-19. La scoperta è avvenuta a Brescia e circola dai primi di agosto e precede quindi quella emersa a fine settembre nel Regno Unito per poi diffondersi in Europa. 

 

L'annuncio all'Adnkronos Salute è di Arnaldo Caruso, presidente della società italiana di virologia, ordinario di microbiologia e microbiologia clinica all'università di Brescia, direttore del Laboratorio di microbiologia dell'Asst Spedali Civili.

 

"La variante individuata ha diversi punti di mutazione nella proteina Spike. Come quella inglese - spiega Caruso - anche la variante italiana ha una mutazione in un punto nevralgico dell'interazione Spike/recettore cellulare, più precisamente in posizione 501. Ma a differenza di quella del Regno Unito, la variante italiana ha anche una seconda mutazione in posizione 493, che rende la sua proteina Spike leggermente diversa da quella del virus pandemico che tutti oggi conosciamo".

 

Secondo le informazioni raccolte a oggi, la nuova variante è stata isolata in agosto e in modo casuale per l'osservazione di una persistenza virale anomala in un paziente che aveva sofferto di Covid-19 in aprile.

 

Anche dopo la guarigione, i tamponi effettuati da agosto in poi avevano sempre dato esito positivo con virus a carica alta. A novembre la decisione di sequenziare il virus per capire il perché di questa persistenza e i ricercatori si sono resi conto di avere identificato una nuova variante, simile ma non identica alla variante inglese.

 

La mutazione, anche in questo caso, riguarda la proteina Spike. Si sta ora verificarlo se il vaccino possa funzionare anche per questa variazione: il presidente della Società italiana di virologia si è detto ottimista.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato