Contenuto sponsorizzato

Dramma sul Garda, malore fatale per una 49enne. Muore davanti ai famigliari nella stanza d'albergo

E' successo nel tardo pomeriggio di ieri. Inutili, purtroppo, i tentativi di rianimazione 

Pubblicato il - 29 giugno 2020 - 09:23

GARDA. Dramma nel pomeriggio di ieri per una turista di 49 anni che stava trascorrendo qualche giorno di vacanza sul Garda. La donna è morta in hotel a Manerba del Garda.

 

L'allarme è stato lanciato attorno alle 19 di ieri sera. Secondo le prime informazioni la donna si trovava in stanza quando, ad un certo punto si è sentita male e si è accasciata a terra sotto agli occhi dei famigliari.

 

Immediatamente è stato dato l'allarme al 112 e al personale dell'albergo. Sul posto si sono portati i soccorsi sanitari e i carabinieri.

 

La 49enne all'arrivo del personale medico era in arresto cardiaco. Inutili i tentativi di rianimarla. Per lei, purtroppo non c'è stato niente da fare. I rilievi sono stati effettuati dai carabinieri. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 04:01

Mentre i positivi continuano a scendere, per la comunicazione ufficiale, siamo andati ad analizzare i dati completi per capire se anche i positivi agli antigenici calano. Ecco il focus su una decina di comuni con il confronto rispetto a una settimana fa. Ebbene se Pergine ha ridotto i contagiati attivi di 129 unità e Baselga di Piné è scesa, fortunatamente, sotto il 3% soglia critica per la ''zona rossa'' in molte altre realtà il totale di positivi è aumentato per un dato globale che si mostra stabile 

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato