Contenuto sponsorizzato

Esce dall'hotel senza cellulare e precipita nel greto del Sarca: turista 82enne non riesce più a trovare il sentiero. Salvato da soccorso alpino e vigili del fuoco

Due anziani sono rimasti coinvolti in altrettanti incidenti, in entrambi i casi non è stato possibile raggiungere telefonicamente i due infortunati. Fortunatamente grazie agli sforzi di soccorso alpino e vigili del fuoco le due persone sono state salvate

Pubblicato il - 06 agosto 2020 - 10:45

STENICO. Doppia operazione di salvataggio per la macchina dei soccorsi chiamata nelle ricerche di due persone rimaste coinvolte, in modo diverso, in due distinti incidenti. Nel primo caso un turista, classe 1938, originario di Verona era uscito a piedi per raggiungere le terme di Comano senza però riuscire a raggiungerle. L’allarme è scattato quando l'82enne non si è presentato all'appuntamento con chi avrebbe dovuto riaccompagnarlo all'albergo all'esterno delle terme.

 

Intorno alle 18e30 sono partite le ricerche coordinate dai vigili del fuoco di Stenico e dal soccorso alpino con l’intervento i sei operatori della Stazione Giudicarie Esteriori e della stazione San Lorenzo in Banale. Sul posto anche i pompieri di Lomaso e Bleggio inferiore. Fin da subito le ricerche si sono concentrate nell'area attorno alle Terme e lungo i sentieri nelle vicinanze.

 

L’anziano è stato ritrovato poco dopo le 21e30 di ieri, 5 agosto, sul greto del fiume Sarca nelle immediate vicinanze dell'albergo dismesso che si trova di fronte alla fonte termale di Comano Terme. L'uomo era partito a piedi verso le 15 dall'Hotel Bellavista di Comano Terme e aveva deciso di prendere un sentiero nel bosco ma, dopo averne perso la traccia, è scivolato lungo un pendio per diversi metri finendo sul greto del fiume Sarca. Con sé non aveva il cellulare e quindi non era riuscito ad allertare nessuno. L'uomo è stato stabilizzato, imbarellato e recuperato lungo un ripido pendio con la barella portantina. L'ambulanza lo ha poi trasferito all'ospedale di Tione per gli accertamenti medici.

 

 

Nel secondo caso un uomo di 89 anni di Cesena è stato ritrovato in una zona di schianti nel bosco nei pressi di Passo Sommo, cosciente ma dolorante per i traumi riportati in seguito a una caduta che non gli ha permesso di tornare sui propri passi. L'uomo si era addentrato nel bosco da solo. La chiamata al 112 è stata fatta verso le 18e45 dalla moglie, allertata dallo stesso infortunato che però risultava irreperibile. Una decina di operatori della Stazione Altipiani si è messa sulle tracce dell’uomo.

 

Su indicazioni della moglie le ricerche, a cui hanno collaborato anche i vigili del fuoco di Folgaria, si sono concentrate fin da subito nei boschi attorno a passo Sommo. L'uomo è stato ritrovato poco dopo, verso le 19.30, cosciente ma a terra. Dopo essere stato stabilizzato e spinalizzato, l'infortunato è stato trasportato a spalla con la barella portantina per circa 200 metri fino a un prato aperto dove è stato possibile far atterrare l'elicottero. Da qui è stato trasferito all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ricerca e università
21 aprile - 20:22
Secondo lo studio di Unitn le restrizioni riducono i contagi più dei vaccini. La ricercatrice: “Per non far ripartire il contagio sarà [...]
Cronaca
21 aprile - 19:25
Trovati 120 positivi, comunicato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 142 guarigioni. Sono 1.255 i casi attivi [...]
Politica
21 aprile - 17:34
I sindacati chiedono prima un cambio di passo su trasporti, utilizzo delle mascherine Ffp2 e vaccinazioni agli insegnanti: “E’ ovvio che [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato