Contenuto sponsorizzato

Evaso da Pergine (dov’era ristretto per violenza sessuale) catturato dai carabinieri in un parco a Verona

L’uomo classe 1992 era fuggito tempo addietro dalla Rems di Pergine dov’era ristretto per i reati di violenza sessuale, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità, oltre che per problemi di natura psichiatrica

Pubblicato il - 19 maggio 2020 - 15:55

VERONA. Erano circa le 2 della scorsa notte quando i carabinieri di Verona, in uscita per un servizio di perlustrazione, hanno notato due soggetti seduti su una panchina dei giardini Baden Powell, in via Barana.

 

Visto l’orario e la zona piuttosto isolata, i militari hanno deciso di controllare le due persone e per questo hanno iniziato ad avvicinarsi. I due uomini, notata la manovra dei carabinieri, si sono alzati e hanno iniziato a dirigersi nella direzione opposta.

 

A quel punto, nella certezza che i due uomini stessero provando ad evitare il controllo, i carabinieri li hanno raggiunti ed identificati. Dal controllo è emerso che si trattava di due fratelli classe 2005 e 1992, spulciando la banca dati delle forze dell’ordine però si è scoperto che sul maggiore pendevano diversi reati che avrebbe dovuto scontare in Trentino.

 

L’uomo infatti era evaso dalla Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) di Pergine Valsugana dove era ristretto per i reati di violenza sessuale, resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità, oltre che per problemi di natura psichiatrica.

 

I carabinieri hanno quindi arrestato il 28enne in flagranza di reato di evasione e per questo è comparso dinanzi al giudice del rito direttissimo che ha convalidato l’arresto, rinviato l’udienza a data da destinarsi e rimesso gli atti alla procura di Trento. “L’uomo sarà riassociato a un’idonea casa di cura”, fanno sapere i carabinieri.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato